Champ Car, a Portland partenza da fermo

Champ_Car_Bourdais_Motorsportblog


Il 10 giugno 2007 entrerà negli annali dell'automobilismo sportivo americano: domenica prossima a Portland si partirà sicuramente da fermo, per la prima volta nella storia di una formula americana, seguendo la procedura che è già adottata in Formula 1.


La cancellazione del progetto per le prime tre gare (anche se in realtà solo a Las Vegas si sarebbe partiti da fermo), aveva fatto storcere la bocca a molti, in una stagione che, seppur di forte rilancio per la Champ Car, ha incontrato notevoli ostacoli fin dall'inizio sul proprio cammino.


La decisione non soddisfa tutti i piloti, in special modo quelli che non avendo mai corso fuori dagli USA sono abituati alle sole partenza lanciate, così come lo stesso Bourdais che le reputa estremamente "sciocche" e pericolose, perchè mancando il traction control c'è alto rischio di stallo allo spegnimento dei semafori. Ma come spiega Tony Cotman, direttore tecnico della serie, all'Oregonian: "... non ho detto che tutti i piloti siano al 100% favorevoli. Molto probabilmente hanno le stesse nostre preoccupazioni. Non vorrei avere partenze da fermo se i piloti non sono pronti, non vogliamo che mezzo schieramento rimanga fermo alla partenza... ma ora credo che abbiamo risolto i problemi e siamo in grado di farcela!".


Va detto infine per amor di verità che la serie addestrativa, la Champ Car Atlantic, già dallo scorso anno parte da fermo in tutti gli appuntamenti, compresi i cittadini. Inoltre è da notare una leggera differenza rispetto alle procedura usata in F1: la regola 6.21.2D indica che in caso di partenza abortita (situazione di perciolo in pista), i semafori diventeranno gialli (come in F1), ma invece di ripetere tutta la procedura, uscirà fuori la Safety Car, e verrà data la partenza lanciata.


Via | Racegarage.it

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: