A propostito di Soap Box



Quando ho letto della Catheram che deve fare spazio in casa, mi sono ricordato di una cosa. E' stata la foto della soap a forma di Seven che mi ha riportato con la mente al Goodwood Festival del 2004 quando, nella Gravity Racing vidi schierarsi la Lotus 119C. Sono andata a cercarla, l'immagine, per offrirvela. Cosa ne pensate? A parte il risultato finale che vide vincere proprio la Lotus battendo il record di oltre un secondo detenuto dalla McLaren - mi sembra 63 secondi contro 64 - quello che mi colpì era l'incredibile livello tecnico di queste vetturette da discesa. Praticamente tutti i team della Motorsport Valley erano e sono presenti a ogni edizione della Gravity Racing per cercare di primeggiare in quella che è, a conti fatti, una gara di quelle che tutti abbiamo fatto da bambini. Invece qui, l'impegno tecnologico con il quale viene affrontata la questione è rimarchevole. Per realizzare la 119C la Lotus ha impiegato 9 mesi di lavoro e un team di giovani ingegneri e tecnici, praticamente quasi tutti sotto i trent'anni che, attraverso queste divertenti iniziative, non fanno altro che perfezionare sul campo le competenze acquisite all'università. Il motorsport in Inghilterra è una cosa molto seria e viene rabbia nel vedere la differenza di approccio che abbiamo qui in Italia. Sto preparandovi una specie di percorso guidato, al riguardo, giusto per farvi capire cosa si fa lassù, nel Regno, e cosa facciamo noi.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: