GP Spagna F1: la sfida di Valencia in chiave Pirelli

Si avvicina l'appuntamento di Valencia, dove andrà in scena il Gran Premio d'Europa di Formula 1. Il tracciato spagnolo, per le alte temperature e la grande quantità di curve, è il terreno ideale per gli pneumatici P Zero White medium e P Zero Yellow soft.

Sul terzo circuito stradale consecutivo dell'anno, dove i sorpassi sono notoriamente difficili, questa combinazione mette in evidenza sia le prestazioni che la durata degli pneumatici. Proprio come a Monaco, le qualifiche saranno cruciali: la velocità delle mescole morbide sarà determinante per scalare posizioni sulla griglia, mentre la consistenza e la durata della gomma media rappresenteranno un elemento fondamentale per la strategia.

Di primaria importanza, come sempre, la tattica di gara, che potrebbe agevolare una migliore collocazone in classifica dei più bravi interpreti. Ecco il punto di vista di Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: "Valenzia non potrebbe rappresentare contrasto più grande con i circuiti cittadini precedenti: il tracciato è molto veloce e le temperature sono alte, con una notevole energia che si scarica sugli pneumatici. Ci aspettiamo una corsa abbastanza lineare, con due o tre soste a seconda della strategia messa in atto dai team. Abbiamo scelto la combinazione soft e medium, che ha dimostrato di essere un perfetto compromesso tra prestazioni e durata, consentendo ai piloti di sfruttare la velocità di cui hanno bisogno, traendo però vantaggio, anche, dai lunghi stint di gara".

Via | Pirelli.com

  • shares
  • Mail