Civm: Simone Faggioli domina la Trento-Bondone

simone faggioli

Come da previsione, Simone Faggioli si è imposto nella 62ª Trento-Bondone, dove ha messo la sua Osella FA30 Zytek davanti alle vetture dei rivali. Il campione fiorentino ha fatto valere la sua legge nella settima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, valida anche per la serie continentale.

Nell'incantevole panorama dolomitico l'asso della Best Lap ha rafforzato la sua leadership in entrambre le classifiche, ponendo una seria ipoteca sull'esito di una stagione che lo ha visto grande protagonista.

Dietro di lui è giunto Michele Camarlinghi, al volante di un prototipo identico a quello del vincitore, rimasto però lontano dal suo mirino. Terza piazza per un sempre determinato ed aggressivo Christian Merli, che ha dato il massimo davanti al suo pubblico, pur consapevole del debito di potenza della sua biposto Radical Prosport da 1.6 litri, con cui incrementa il vantaggio nel gruppo E2/B.

Bandiera bianca subito prima della partenza per un protagonista della vigilia, il pistoiese Franco Cinelli, che ha preferito non prendere il via per problemi elettrici al motore della Lola F.3000.

Quarta posizione e successo prestigioso in gruppo CN per Rosario Iaquinta, il cui compito è stato reso più agevole dal ritiro del sardo Omar Magliona, fermo appena dopo la linea dello start per un guasto ai freni della sua Osella PA 21. Quinta piazza al traguardo per il locale Adolfo Bottura, al volante di una Lola F 3000.

Gloria nel gruppo E1 per Marco Gramenzi che, su Alfa Romeo 155, ha fatto meglio di Fulvio Giuliani (Lancia Delta Evo) e Piero Nappi (Ferrari 550). In classe GT si è imposto Marco Cristoforetti, autore del miglior crono con la sua Porsche 911 GT3.

Via | Acisportitalia.it

  • shares
  • Mail