RML apre una sezione dedicata alle gare storiche



La Ray Mallock Limited ha avuto un 2005 lusinghiero in due dei più importanti palcoscenici delle ruote coperte. Nei prototipi la Lola Judd LMP2 del Team ha centrato la vittoria di classe a Le Mans ed ha lottato per il titolo di classe nella LMES fino all'ultima gara. Nelle corse turismo hanno portato al debutto la Chevrolet Lacetti, dopo averla preparata da zero, e la vettura è migliorata costantemente fino alla convincente prova di Macao. Nel 2006 entrambe le sfide vengono rilanciate, con la consueta convinzione nei propri mezzi di chi ha vinto in tutte le categorie, dai rally alle stock-car; oltre a recitare un ruolo di primo piano nello sviluppo di auto stradali di successo, come la Saleen S7. Grazie alla nuova sezione appositamente aperta, anche chi vuole partecipare alle gare storiche con mezzi anche molto complicati, come le formula 1 degli anni 70/80, o i prototipi Gruppo C, può oggi avvalersi dell'assistenza di una struttura altamente professionale quale appunto la RML. Detta assistenza comprende restauro, allestimento, costruzione e sviluppo dei motori, ricostruzione di parti, verniciatura, elettronica, costruzione e sviluppo dei cambi, assetti e, dulcis in fundo, gestione dell'intero programma sportivo.
Un approccio pragmatico ma professionale ad un modo di correre che attrae sempre più fans, e che, con l'arrivo sempre maggiore di vetture anni '70 o primi anni '80, diventerà sempre più abbordabile.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: