Ferrari, soddisfazione e prudenza dopo il successo di Alonso

pat fry

Dopo aver riportato le parole del protagonista dell'impresa, è piacevole una lettura tecnica del successo di Fernando Alonso nel Gran Premio di Germania di Formula 1, giunto al termine di un weekend gestito al meglio dal pilota spagnolo del "cavallino rampante".

A farsi interprete di questo bisogno è Pat Fry, responsabile del settore autotelaio della Scuderia Ferrari, che parla così della vittoria di domenica: "Fernando è stato fantastico, ancora una volta. Ha sfruttato la pole alla partenza, poi ha aspettato che si creasse una finestra utile per fare la prima sosta ed è riuscito ad anticipare gli avversari diretti. Una volta montate le Medium, i primi giri sono stati piuttosto difficili: sia Vettel che Button si erano rifatti sotto, ma lui è stato bravissimo nel controllo della situazione".

"Poi -aggiunge Fry- è stato Jenson ad anticipare la sosta, ma lì avevamo un vantaggio sufficiente per reagire subito senza correre il rischio di essere superati. La squadra è stata altrettanto brava nei pit-stop e il remote garage da Maranello ci ha dato una mano decisiva, come già in qualifica. Non abbiamo ancora la macchina più veloce del lotto e dobbiamo ancora lavorare molto per raggiungere questo obiettivo, ma è sicuramente gratificante chiudere la prima metà del campionato con un nostro pilota in testa alla classifica".

L'ingegnere inglese si fa portavoce della classica prudenza che segna la condotta degli uomini di Maranello, legittimamente soddisfatti per la gloria di Hockenheim, ma non contagiati dall'euforia del momento, perché la strada verso la gloria è ancora lunga e irta di difficoltà. In tutti c'è la consapevolezza che bisogna darsi da fare al massimo per rendere più veloce la F2012, facendone la regina del gruppo. Un obiettivo non facile da raggiungere, visto il tono dei diretti rivali, ma la Ferrari ha le carte in regola per compiere l'impresa.

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: