Mondiale WRC e IRC insieme: si riapre il dialogo

WRC e IRC correranno insieme?

L'unione fa la forza? Un vecchio detto, ma che generamente funziona sempre.
E anche nel mondo dei rally iniziano a pensarlo in tanti: del resto qualche voce era emersa nei mesi scorsi - anche se poi il discorso era stato fatto cadere - ma ora sembra che l'ipotesi di una fusione tra WRC e IRC sia tutt'altro che improbabile.
Del resto è inutile girarci troppo intorno, nel WRC ad oggi ci sono quattro Costruttori impegnati dal 2008 e - complice l’ennesimo dietrofront Mitsubishi - l'aria che tira non è delle migliori.
E se il non sorride, dall’altra parte della barricata si può quasi dire che si pianga: l'IRC vede quattro Costruttori impegnati in programmi simil-ufficiali, con la sola Abarth, al momento, come unica Casa madre impegnata direttamente e Volkswagen e Mitsubishi legati al challenge solo di nome.

Da qui l'idea di incontrarsi e valutare l'ipotesi di una fusione. Recentemente infatti i Costruttori di World Rally Championship - Citroen, Subaru, Ford e Suzuki - e Intercontinental Rally Challenge (Abarth, Peugeot e Skoda) si sono riuniti in Germania per parlare del futuro delle due serie.
Un ipotesi fattibile, anche se al momento un eventuale fusione non sarebbe assolutamente semplice: la FIA stessa non sembra intenzionata a trasformare l’IRC in un Campionato del Mondo a tutti gli effetti, senza contare poi che le due serie ad oggi hanno differenze ancora troppo grandi per poter pensare a una fusione.
Anche se rimane sempre il fatto che l'IRC potrebbe diventare una piazza comunque prestigiosa in cui “riciclare” le tappe scartate dal grande Circus.
Insomma la strada pare essere ancora lunga. Cosa ne pensate?

Via | Racingworld

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: