Cronoscalata Svolte di Popoli: tutto pronto per l'edizione numero 50

svolte di popoli by antonio guidi

Questo fine settimana andrà in scena la 50^ edizione della Cronoscalata Svolte di Popoli con prove il giorno 11 e gara il 12, in entrambi i casi a partire dalle 9,30.

Alla chiusura delle iscrizioni si contano 149 adesioni, con 28 vetture nella salita storica e 121 fra minicar, E3 e vetture moderne nella sfida valida per il TIVM Nord e Sud. Probabilmente, visto anche l'anniversario anagrafico, ci si aspettava qualche concorrente in più, magari delle regioni limitrofe, ma va bene così.

Presenti in ogni gruppo e classe alcuni dei più qualiificati esponenti dell'automobilismo in salita, partendo dal duello che si preannuncia scoppiettante nella E2M classe 3000 dove Stefano Di Fulvio e Franco Cinelli avranno modo di dimostrare la loro grande abilità di guida in una lotta appena prospettata ad Orvieto, consumatasi al Nevegal e che si riproporrà in casa a Popoli. Non faranno certo da comprimari, nella stessa classe, il giovane Fattorini e il sempre più a suo agio Bottura.

In E2B si preannuncia una salita spettacolare in ogni classe. Elenchiamo senza alcuna classifica di merito, ma solo in ossequio alla loro gioventù, la presenza di Domenico Scola Jr, reduce dalla vittoria ad Ascoli prima del diluvio, e di Francesco Conticelli, autore nella stssa prova di una prima salita spettacolare, per poi passare alla presenza della Picchio P4 ex Merli affidata alle sapienti mani di Fabrizio Peroni conoscitore di ogni metro di asfalto delle Svolte e che sarà sicuramente tra i migliori in duello con Andrea Picchi, Conticelli, Marino, senza dimenticare la battaglia spettacolare che si preannuncia tra il sardo Sergio Farris e l’astro nascente, nel mondo delle salite, il siciliano Domenico Cubeda. Non dimentichiamo la presenza di Toschi, Bielanski.

Nelle E1 lotta per la vittoria di gruppo tra Piero Nappi sulla fida Ferrari, Silvano Laschino con la sua Alfa DTM e Antonicelli con la BMW, mentre nel nutrito gruppo delle GT battaglia serrata fra le Porsche e le Ferrari dei vari Cannavo’, Santuccione, Pierdomenico e Martellucci e Perchinunno.

Foto | Antonioguidi.it

  • shares
  • Mail