Felipe Massa si prepara al rush finale

massarush

Il pilota brasiliano, reduce dalla vittoria in Turchia e dalla quattro giorni di test a Monza, rilascia una dichiarazione fiume ad ‘Autosport’. Quando il Gran Premio d’Italia è ormai alle porte, dice: “I test non sono andati benissimo con così tanta pioggia! Ma tutto sommato venerdì è stata una giornata molto produttiva. Nel pomeriggio ho provato gomme e diversi livelli di carico aerodinamico, ed è andata molto meglio rispetto a giovedì. La McLaren è forte qui, ma abbiamo fatto un po' di lavoro interessante quindi anche noi lo saremo. Per quanto riguarda la Ferrari sono ancora davanti in classifica, anche se solo per un punto! Questo campionato è molto competitivo, con quattro piloti in lizza per il titolo, quindi dobbiamo assicurarci di essere più forti degli altri; provare a fare il massimo e restare competitivi fino alla fine della stagione. E sono in una buona posizione”.

Poi aggiunge: “Il successo nell'ultima gara è stato molto importante, non solo per il team ma anche per darmi fiducia riguardo il mio lavoro, sto dando il massimo. La vettura è assai consistente. Abbiamo provato varie soluzioni aerodinamiche ma è difficile capire dove siamo rispetto alla McLaren. Lo scopriremo nel weekend di gara ma anche loro sono molto veloci. Alla fine, non è facile capire il livello di carburante con cui hanno girato quindi lo scopriremo solo la prossima settimana. Ma sappiamo che il miglior tempo della McLaren è stato ottenuto all'ultimo giro di un long run. Io l’ho fatto nei primi giri, quando ero più pesante. Quindi sarà interessante vedere la situazione tra una settimana. Le gomme e i freni sono entrambi buoni e consistenti. Decideremo la prossima settimana quale mescola usare e non abbiamo avuto problemi di freni”.

Il ferrarista conclude con una riflessione: “L’anno scorso di sicuro c’era meno pressione su di me, ma stavo ancora lottando per il campionato costruttori quindi spingevo a fondo per aiutare il team. Quest’anno sto lottando per entrambi i campionati quindi c’è senza dubbio più pressione, ma non è un problema, vinco delle gare con o senza pressione. Alla fine, bisogna solo fare del proprio meglio. Il risultato finale è quello che conta e la pressione c’è in ogni caso”.

Via | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: