Hmiel fuori a vita dalla NASCAR

La storia la trovate su motorsport.com, ma permettetemi di riassumerla perchè merita la vostra attenzione.
Shane Hmiel è un ragazzo 26-enne che corre nella Nascar Bush Series o meglio, correva. E' stato buttato fuori a vita per droga. Fin qui nulla di strano, nel senso che di pirla il mondo dello sport ne è pieno e mica possiamo pretendere che l'automobilismo ne sia immune. Il fatto è che lui, con la droga già ci giocava ed è stato beccato nel 2003. Fuori, allora, per un periodo di riabilitazione e di nuovo tra le fila dei partenti nel 2004. Poi a Dover il biondino è ricaduto. Non si specifica quale anno, se il 2004 o il 2005, sta di fatto che si comportava stranamente durante il week end di gara attirando l'attenzione del personale Nascar che fa saltare un bel controllino a sorpresa e zac...di nuovo positivo. La cosa che mi piace evidenziarvi inizia da qui. Si evince, dal pezzo di Linda Przygodski, che a quel punto anche la Nascar si incarica attivamente del problema affiancando la famiglia nel processo di recupero del ragazzo, prima ancora che del pilota. L'obiettivo sarebbe stato il rientro di Hmiel nel 2007 ma, nel frattempo, il lavoro di recupero doveva seguire regole rigide imposte dalla Nascar: un percorso fatto di riabilitazione, supporto psicologico e controlli a sopresa, della serie "...driiin, chi è, siamo noi bello, fai pipì qui, dai su..." e proprio in uno di questi controlli, di nuovo positivo. A questo punto è scattata la sentenza definitiva: fuori e chiudere la porta, grazie.


Il buon Shane Hmiel ha anche il suo bel sito, ma di questa storiaccia neanche l'ombra.


  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: