GP Belgio F1: la pioggia del venerdì limita l'impegno Ferrari

Come abbiamo visto, la pioggia è stata la vera protagonista delle prove del venerdì andate in scena sul circuito di Spa-Francorchamps, dove domenica si disputerà il Gran Premio del Belgio di Formula 1.

L'abbondante presenza di acqua sul nastro d'asfalto delle Ardenne ha impedito ai protagonisti di misurarsi al limite con le insidie della mitica Eau Rouge e dei saliscendi che hanno reso famoso l'impianto.

In questo quadro il programma di lavoro dei team è stato fortemente condizionato. La Scuderia Ferrari ha scelto di minimizzare i rischi, limitandosi a fare i chilometri necessari per effettuare un paio di prove di partenza.

Nella mattinata di ieri Felipe Massa non ha raggiunto nemmeno tale obiettivo, perché il propulsore della sua F2012 ha ceduto proprio mentre stava affrontando l’ultima chicane prima della griglia di partenza. Una volta sostituito il motore nella pausa fra le due sessioni, il brasiliano ha optato per una prova di partenza dalla posizione di pit-stop anche per ridurre al minimo i chilometri sulle gomme da bagnato estremo che, per regolamento, sono limitate in ogni Gran Premio.

Fernando Alonso è rimasto nel box fino all’ultimo, poi ha effettuato lo stesso programma della mattina, lasciando la pit-lane soltanto per una prova di partenza sulla griglia. Il totale dei chilometri percorsi dai due ferraristi – nessuno dei due ha completato un giro cronometrato - è stato così inferiore ai cento chilometri: sette le tornate effettuate dallo spagnolo, quattro dal brasiliano, per un totale di 77 chilometri e spiccioli: troppo poco per trarre qualsiasi tipo di indicazione.

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail