Max Mosley torna sulla spy story: "Chi ha pagato Stepney?"

mosl1

In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, il presidente della FIA conferma le tesi già espresse: "Resto ancora convinto della mia posizione, cioè che andavano puniti anche Hamilton e Alonso con la cancellazione dei punti, ma la maggioranza del Consiglio Mondiale non ha voluto. Perfino Ecclestone voleva punire i piloti, non in modo pesante come me, ma almeno con la cancellazione di qualche punto, ma le cose sono andate così".

Poi Mosley apre un grande interrogativo, condiviso da tanti appassionati: "Leggendo le carte del processo sono rimasto basito dalle parole di Coughlan che ha detto di aver dedicato solo un'ora alla lettura delle 780 pagine dei progetti Ferrari. Ma dai! E allora cosa si sono detti lui e Stepney in quelle 300 telefonate? Per i due tecnici coinvolti ci saranno pesanti conseguenze nelle aule italiane ed inglesi e nessuno li ingaggerà più in Formula 1, questo è certo. Rimangono però grandi misteri: Stepney passava le informazioni gratuitamente? E' molto improbabile. E allora chi e perché l’ha pagato?". Solo le indagini volute dalla Ferrari potranno dare una risposta.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: