"Guerra" Alonso vs Hamilton: c'è chi spera in un autogol, anche Ecclestone!

Ecclestone, patron della F1

Che la Formula1 possa essere ormai un grande business e sempre meno sport sarà anche vero.
Ma è innegabile che la massima espressione dell'automobilismo goda sempre di un grandissimo seguito.
Ed in fondo un bel po' di merito è proprio di Bernie Ecclestone, che la gestisce bene e con molta spregiudicatezza.
Cosa che i team non hanno mai negato e che del resto è sempre stata confermata da i risultati di audience che hanno sempre dato ragione a Big Bernie.
Motivo per cui in fondo non stupiscono poi troppo le dichiarazioni non proprio politicamente corrette del presidente della Foa alla vigilia di questa terz'ultima prova stagionale sul circuito del Fuji, tappa forse focale per la definitiviva assegnazione del titolo, ha dichiarato: "una collisione in gara tra Hamilton e Alonso? Perché no? Genererebbe un sacco di pubblicità extra alla F.1".

In fondo mai parole furono più vere, e il pensiero di Bernie di sicuro è lo stesso di molti ferraristi.
D'altra parte il finale di questo campionato è senza dubbio emozionante: Hamilton e Alonso sono praticamente appaiati, Raikkonen è pronto a inserirsi e, aritmeticamente, nemmeno Felipe Massa è ancora tagliato fuori.Ovvio che a questo punto il duello in Casa McLaren stuzzichi la "fantasia mediatica" di Ecclestone che quasi si augura un nuovo caso simile a quelli creati da Alain Prost e Ayrton Senna nel 1989 e nel 1990 a Suzuka: 2 collisioni alla fine decisero 2 edizioni del Mondiale.
E non a caso Eclestone ha rincarato la dose: "Immaginate se succedesse all'ultimo giro dell'ultimo GP. A quel punto il Mondiale andrebbe per un soffio al pilota al comando in quel momento. Sarebbe decisamente un finale controverso".

Bernie poi non ha perso occasione per dire la sua sul mercato piloti, sempre più condizionato dalle scelte di Alonso che - seppure in rotta palese con la McLaren - ha dichiarato che resterà nel team di Woking.
"Ho sentito che esiste la possibilità che Alonso si prenda un anno di stop e non corra nel 2008 - ha detto - io credo che lui voglia andare alla Ferrari, al posto di Massa che si fermerà lì anche nel 2008. E Ron Dennis potrebbe dire a Fernando: io continuo a pagarti, ma l'anno prossimo non correrai per nessun altro team. Come succede con i tecnici. E se Alonso va via, forse loro sceglierebbero Kovalainen della Renault o Rosberg. Io prenderei Nico. È tedesco, è veloce e ha talento. Lo vedrei bene come sostituto di Alonso".

Ma per il mercato piloti in fondo c'è ancora tempo, ora godiamoci la gara di domani che si preannuncia molto interessante!

via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: