GP Italia F1: il venerdì di Monza dalla prospettiva Ferrari

Ieri le monoposto del Circus hanno ripreso a rombare sul tracciato di Monza, per le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio d'Italia di Formula 1, uno dei più suggestivi del calendario iridato.

Dopo lo spaventoso incidente vissuto nella sfida belga, Fernando Alonso è rientrato nell'abitacolo della F2012, facendo i conti con qualche problema tecnico in corso d'opera, che gli ha impedito di fare più di 39 giri in totale, contro i 70 del compagno di squadra Felipe Massa, anche se è giusto ricordare che il brasiliano ha effettuato più passaggi di qualunque altro pilota in pista.

Il ritmo della "rossa" ha lasciato ottimismo nei tifosi, perché l'interprete spagnolo del "cavallino rampante" è riuscito a strappare il terzo miglior tempo in pista, molto vicino all'andatura imposta dalle McLaren, con Lewis Hamilton più veloce di Jenson Button, fresco vincitore della gara di Spa-Francorchamps. Quarto è giunto invece Felipe Massa.

Quest'ultimo giudica bene il suo venerdì brianzolo: "E' stata una giornata molto positiva perché sono riuscito a massimizzare il tempo in pista, portando a termine tutto il programma previsto. Ho fatto molti giri con entrambe le gomme e sono soddisfatto dei tempi ottenuti. Resto fiducioso per il prosieguo del weekend, spero di regalare un buon risultato ai nostri tifosi".

Ecco invece il resoconto di Alonso: "Mi è successo di tutto! Abbiamo avuto diversi problemi di natura meccanica e non siamo riusciti a provare tutto quello che avevamo in mente, ma tutte le parti danneggiate sono sostituibili e grazie al lavoro di Felipe abbiamo tutte le informazioni necessarie per provare a far bene sia in qualifica che in gara. Questa giornata complicata si è comunque rivelata positiva: è meglio che tutto questo sia accaduto il venerdì piuttosto che nelle fasi successive. Qui rispetto a Spa non siamo fuori dal gruppo, forse abbiamo un po' più di carico e guadagniamo un po' sulle due curve di Lesmo e sulla seconda chicane, mentre perdiamo nel primo settore, dove ci sono due rettilinei lunghi".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail