Il superlativo Kimi: "adesso festeggio per almeno un mese!"

Raikkonen festeggia il grandissimo titolo conquistato!

Campione del mondo!
A Milano dicono: "a san juan fa minga ingan", in Finlandia non lo sappiamo, ma se di sicuro lo stesso Kimi Raikkonen un finale simile non se lo aspettava poi tanto, al sogno mondiale il finlandese non ha mai rinunciato.
Arrivato in Ferrari quest'anno, sorvegliato speciale nei primi gran premi dove ha faticato un poco per adattarsi alla monoposto e alle gomme Bridgestone, Kimi da metà stagione ha tirato fuori tutto il suo talento cristallino.
E fatto innamorare istantaneamente di lui il popolo delle rosse!
E nel giorno in cui deve festeggiare il suo primo titolo mondiale, il finlandese della Ferrari diventa per incanto un po' latino e si scioglie un po', raccontando a caldo del suo successo sulla coppia Mc Laren: "Adesso festeggio per un mese! E' stata una grande rimonta. Ma ci siamo sempre detti che potevamo recuperare, perché eravamo di gran lunga migliori delle altre scuderie".
Un lungo lavoro quello di Kimi, ma anche della squadra come racconta lui stesso: "In Brasile "volevo vincere" e una mano me l'ha data Felipe. Ma ringrazio il team per il lavoro fatto considerando quello che è successo quest'anno. Ma noi abbiamo sempre lavorato in termini di team. Oggi sono felicissimo, è un ottimo finale di stagione, qualcosa in cui non credevo neanche io".
Felice ovviamente anche lo stesso Felipe Massa - che ha dato il contributo decisivo restando davanti ad Alonso - come racconta lui stesso:

"Sono felice per la squadra, purtroppo non sono venuto qui per vincere il campionato per tanti motivi, per i problemi avuti durante l'anno, ma sono felice per la scuderia.
È bello vedere la Ferrari, che mi ha dato tanta fiducia, vincere il campionato - aggiunge il pilota brasiliano, giunto secondo al traguardo dopo aver condotto la gara per gran parte del tempo - spero che un giorno vinca con me ma adesso sono felice per Kimi e devo ringraziare tutta la squadra che ha lavorato sodo anche nei momenti difficili, quando eravamo oggetto delle critiche. Volevo vincere la gara in Brasile ma sono lo stesso felice perché la squadra ha vinto il campionato
".

Via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
48 commenti Aggiorna
Ordina: