Jean Todt: "Adesso niente paragoni fra Raikkonen e Schumacher"

gian

L'amministratore delegato della Ferrari torna sul successo iridato di Raikkonen, conseguito in un Gran Premio del Brasile da cardiopalma: "E' stato tutto perfetto: la pole position, il giro veloce durante la gara, un lavoro impeccabile da parte del team e dei piloti. Nel risultato finale Kimi è stato magistrale. La monoposto era molto veloce: la squadra è risultata decisamente forte. Non ci aspettavamo di concludere la stagione in questo modo, con all'attivo ben nove vittorie e nove pole position. Siamo davvero molto felici".

Poi Todt analizza il valore straordinario della rimonta del Cavallino e del suo scudiero finlandese: "Non dobbiamo dimenticare che in Giappone eravamo indietro di 17 lunghezze rispetto al leader in classifica e siamo arrivati a superarlo di un punto. Kimi ha conquistato 18 punti in due gare. Chiunque avesse scommesso su di lui si deve ritenere molto soddisfatto. Io stesso non avevo scommesso su di lui, ma il team ha fatto un lavoro fantastico. Credo comunque nella giustizia delle cose, e questa si è indirizzata verso la squadra e il pilota giusto, ma non dovrei essere io a dirlo. Ho sempre detto, quando ci siamo incontrati nei briefing dopo le gare, che finché matematicamente ci fossero state ancora possibilità di vincere avremmo continuato a credere di potercela fare. Ed è quello che abbiamo fatto".

Infine il manager francese invita tutti a cogliere fino in fondo il sapore di quest'annata straordinaria, evitando qualsiasi paragone fra Raikkonen e Schumacher.

Via | Agi.it

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: