F1: la FIA congela lo sviluppo dei motori per i prossimi 10 anni

La FIA prepara nuove importanti modifiche per la F1 a partire dal 2008

Noovo ribaltone per la Formula1!
Ad annunciarlo è ovviamente la stessa FIA, che ha deciso di congelare per 10 anni lo sviluppo dei propulsori del campionato della massima serie.
Il "blocco" durerà per dieci anni a partire dal 2008, e la decisione e' stata presa dal Consiglio Mondiale del Motorsport riunitosi oggi a Parigi, al termine del quale ha emesso il seguente comunicato: "Ci sara' un totale blocco dello sviluppo dei motori per dieci anni, a partire dal 2008.
Un cambiamento potra' essere fatto dopo cinque anni ma solo con l'accordo unanime di tutti gli investitori e in seguito ad un ulteriore preavviso di due anni. Il blocco totale significa che non ci saranno eccezioni per lo sviluppo di alcune componenti del motore, come invece previsto dalle attuali regole".


Il provvedimento arriva a distanza di qualche giorno dalla proposta dei Costruttori di mantenere le attuali regole dal 2010 al 2013, ridurre i costi e promuovere tecnologie per la difesa dell'ambiente con propulsori da 675 cavalli.
Proposta che invece Max Mosley, presidente della FIA, avrebbe bocciato dietro il rifiuto dei motoristi di fornire ai team privati le unità ad un costo di 10 milioni di dollari all'anno.

Inoltre, il Consiglio Mondiale ha ratificato la richiesta di cambio della denominazione ufficiale della Spyker in Force India e ha comunicato ufficialmente che a Singapore - nel 2008 - si correrà in notturna.

Una riunione insomma decisiva per il futuro della Formula1, che va a toccare argomenti molto importanti come i costi e lo sviluppo.
Due voci che difficilmente vanno a braccetto ma se l'idea di contenere i costi ci piace molto, dall'altro ci chiediamo se una massima serie senza sviluppo per ben 10 anni possa rimanere tale.... Che ne dite?

Via | F1GrandPrix

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: