Jenson Button ammette la difficile situazione di classifica

Jenson Button ammette che le possibilità iridate sue e di Lewis Hamilton sono ridotte, rendendo molto difficile la loro ascesa al trono. Anche se la McLaren ha messo in mostra un ottimo profilo prestazionale negli appuntamenti più recenti del calendario iridato, la situazione di classifica non è esaltante.

A Singapore si è consumato un triste ritiro per Hamilton, costretto ad abbandonare la gara mentre governava le danze. Ora l’asso di Stevenage si trova a 52 punti da Fernando Alonso, leader provvisorio della classifica conduttori. Button, che è giunto secondo sulla pista di Marina Bay, è messo ancora peggio, pagando un ritardo di 75 punti dalla vetta.

In queste condizioni, con sole sei corse ancora da disputare, una rimonta sembra davvero difficile, ma la matematica non chiude le porte. Button registra l’evidenza: “Purtroppo siamo distanti dal vertice. Sarà un’impresa rimontare. Vedo le cose più facili per Sebastian Vettel, il cui gap nei confronti di Alonso è di 29 punti”.

In un quadro del genere, Martin Whitmarsh crede che il campione del mondo 2009 potrebbe aiutare Hamilton, qualora se ne presentasse la necessità: “Jenson ha avuto una conversazione con me. E’ una persona estremamente competitiva, ma è un giocatore di squadra. Sta a lui decidere come comportarsi, ma ho fiducia in lui. Al momento, la cosa migliore che possiamo fare è continuare a sviluppare la vettura, per andare al massimo a Suzuka”.

Via | Planet-f1.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail