La Fia promuove i lavori fatti sul Circuito delle Americhe

Il Circuito delle Americhe ha le carte in regola per ospitare il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1, in programma il 18 novembre. Charlie Whiting ha visitato ancora una volta il tracciato texano, confermato che è in grado di accogliere la gara.

Il delegato tecnico della Fia ha trascorso due ore per ispezionare le strutture, insieme all’architetto Tilke e agli organizzatori, traendo positive impressioni da quello che ha visto: “I progressi compiuti sono straordinari e il lavoro condotto è di prima classe. Posso parlare di un risultato fantastico. L’impianto è costruito con la massima cura, esattamente come ci aspettavamo. Non ho assolutamente nessuna critica da fare”. La valutazione finale avverrà lunedì 12 novembre.

I promotori della sfida a "stelle e stisce" assicurano il massimo sforzo per confezionare un evento coi fiocchi. Nella parole di Steve Sexton, presidente dell’autodromo chiamato ad ospitare l’evento, si coglie il valore attribuito alla sfida: “Siamo impazienti di ospitare la prima corsa del Circus ad Austin. Stiamo lavorando in sinergia con i funzionari statali, della contea e della città per farne un elemento di crescita economica per il Texas centrale”.

Noi –aggiunge Sexton- ci siamo mossi a stretto contatto con tutte le realtà coinvolte per assicurare lo svolgimento della gara nel modo più luminoso possibile. La sfida pomperà centinaia di milioni di dollari nell'economia locale, con un impatto positivo in termini di reddito e occupazione”.

Via | Planet-f1.com

  • shares
  • Mail