La Formula1? Per Wurz un ambiente spietato

Alex Wurz dopo il suo ritiro dallaF1 parla dell'ambiente difficileChe arrivare a certi livelli - e rimanerci - sia una cosa non facile non è certo una novità.
In ogni caso stupisce un poco che in un'intervista rilasciata all'emittente ORF, il "neo-pensionato" dei Gran Premi Alex Wurz ha approfittato del suo nuovo status per parlare senza mezzi termini dello spirito cinico e crudele che regna in Formula1.
Wurz infatti ha parlato senza peli sulla lingua, raccontando di come: "I sentimenti non hanno spazio in questo mondo ed e' uno sport duro e spietato, nonche' uno strano terreno per giochi politici".
Poi l'ex pilota della massima serie ha continuando raccontando del suo biennio 1999-2000 trascorso alla Benetton, dove Wurz ha anche indicato in quale misura e' stato condizionato da una realta' cosi complessa:

"Nel momento in cui mi sono reso conto della maniera con la quale si puo' essere trattati, per me e' stato un autentico shock. Fondamentalmente la Formula 1 non e' un ambiente che puo' conciliarsi con il mio carattere. Tuttavia ho anche stretto dei rapporti autentici: Pedro de la Rosa e' un mio ottimo amico, cosi' come Giancarlo Fisichella e Nico Rosberg".

A voi ogni commento!

Via | F1GrandPrix

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: