Barrichello dice che la Williams dovrebbe avere il doppio dei punti

barrichello

Rubens Barrichello crede che la Williams stia pagando il prezzo della scelta di mettere in campo una formazione di drivers “inesperti”. La quadra di Grove si trova attualmente in ottava posizione nella classifica costruttori, con 54 punti all’attivo, ma l’ex pilota brasiliano crede che dovrebbe avere almeno il doppio di tale importo, salendo così al sesto posto, dietro la Mercedes.

Barrichello è convinto che la responsabilità del disavanzo rispetto al potenziale sia imputabile alla scelta di affidarsi a due interpreti come Pastor Maldonado e Bruno Senna, entrambi con meno di due anni di esperienza completa sulle spalle: “La verità è che la vettura ha dimostrato di essere molto competitiva. I tecnici della Williams hanno fatto un buon lavoro per spingere più avanti in griglia le macchine rispetto al 2011. E’ un peccato che questi progressi non siano stati sfruttati in modo ottimale. Credo che gli uomini di Grove dovrebbero avere almeno il doppio dei punti raccolti”.

La causa di ciò –dice Barrichello- va ricercata nell’inesperienza dei piloti, che sono veloci, ma non riescono a sfruttare al 100% il materiale attualmente a loro disposizione”. Quando gli è stato chiesto se lui avrebbe fatto meglio, il brasiliano ha così risposto: “Non si può parlare in astratto, Io non guido la macchina, quindi non posso dire cosa succederebbe con me al volante”.

Qualcuno, a questo punto, potrebbe chiedersi se l'uscita di Barrichello sia mossa da un certo livore verso la sua vecchia squadra, da cui è stato scaricato alla fine della scorsa stagione, quando è stato costretto a lasciare il Circus per mancanza di alternative, dopo che Bruno Senna ha preso il suo posto nel mondo dei Gran Premi. Il dubbio è lecito, ma preferiamo riflettere sul merito delle considerazioni.

Via | Thef1times.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: