Rally Sanremo: tutto pronto per la sfida Peugeot-Skoda

E' ormai chiaro che ci sarà un confronto aperto per la vittoria fra Peugeot e Skoda al 54° Rallye Sanremo (10-13 ottobre). Il marchio del "leone rampante" e quello della "freccia alata" si contenderanno la gloria in una gara che per importanza, storia e blasone, vale una stagione.

A far saltare il banco sulla ruota del rally della Città dei Fiori potrebbe pensarci il terzo incomodo, la Ford Fiesta RRC di Giandomenico Basso, reduce da una stagione tanto veloce quanto sfortunata. Il pilota veneto, infatti, dopo aver vinto l'euro rally Mille Miglia, ha conquistato un secondo posto che gli sta stretto alla Targa Florio (IRC), quando era in rimonta, per poi vincere indiscutibilmente al San Marino su terra, dopo essere stato appiedato in Corsica da un incredibile incidente contro un automobilista in trasferimento, quando lottava per il primato di gara.

Basso non ha più speranze di conquistare l'Intercontinental Rally Challenge, ma una vittoria a Sanremo, bissando quella del 2008, darebbe lustro ad una stagione che poteva essere superlativa. Il marchio Ford a Sanremo può contare solo sull'apporto dell'equipaggio ceco formato da Jiri Navratil-Julius Gal, pressoché sconosciuto al di fuori delle prove speciali del Barum Rally.

E così si arriva ai due contendenti principi a livello di vetture messe in campo. Peugeot vuole chiudere le pratiche del Campionato Italiano (piloti e Costruttori) e terminare con un successo una stagione IRC che è stata poco fortunata sotto il profilo risultati (nessuna vittoria assoluta nelle 11 precedenti gare).

Ecco quindi che a fianco di Paolo Andreucci-Anna Andreussi, lanciati come un treno intercity verso il loro settimo titolo tricolore, il "leone" francese schiera Craig Breen, che deve dimostrare di aver recuperato lo shock dell'incidente alla Targa Florio.

Sempre con la squadra Sainteloc, ci sarà a Sanremo lo svizzero Florian Gonon, sicuramente in grado di ben figurare sulle prove speciali liguri. Ma la squadra del "leone" potrà contare nelle sue file un altro recente vincitore del Sanremo, ovvero Alessandro Perico (primo nel 2005), affiancato da Fabrizio Carrara, alla ricerca di un miglioramento della sua classifica nel Campionato Italiano Rally, dove attualmente occupa la sesta posizione.

La Skoda si presenta al via con un doppio obiettivo. A livello italiano mantenere vive le speranze di Umberto Scandola-Guido D'Amore per il titolo piloti e dare l'assalto alla leadership Peugeot in quello Costruttori. Su più ampia scala vuole invece ribadire nell'IRC una superiorità che ha steso tutti gli avversari grazie alle otto vittorie in 11 gare (che si concretizzano in 108 prove speciali vinte contro le 41 messe insieme da tutti gli avversari).

Difficile capire se ci sarà gioco di squadra, ma sicuramente il veronese Umberto Scandola ed il ligure Guido D'Amore partono per ottenere un successo che darebbe lustro ad una stagione di altissimo valore, ma non ancora coronata da una vittoria direttamente sul campo.

A fianco della Fabia italiana scendono in campo i due “panzer” di Skoda Motorsport ufficiale guidati dai finlandesi Juho Hänninen-Mikko Markkula (attualmente secondi nell'IRC) e dai cechi Jan Kopecký-Pavel Dresler (terzi di IRC, ma campioni nazionali in patria). Hänninen insegue in Italia la sua quarta vittoria IRC stagionale, che lo riporterebbe prepotentemente in lizza per la conquista dell'Intercontinental Rally Challenge 2012. L'altra Fabia è affidata a Janos Puskadi-Barnabas Godor ma, a meno di sorprese, non dovrebbe essere fra le candidate al successo.

Via | Acisanremo.it

  • shares
  • Mail