GP Giappone F1: vince Vettel davanti a Massa, fuori Alonso

Sebastian Vettel vince con merito il Gran Premio del Giappone di Formula 1, appena concluso sulla pista di Suzuka. Il campione del mondo in carica ha messo la sua Red Bull davanti alla Ferrari di Felipe Massa, giunto secondo sulla linea di arrivo. Terzo posto per Kamui Kobayashi, seguito da Jenson Button e Lewis Hamilton. Poi Kimi Raikkonen, Nico Hulkenberg, Pastor Maldonado, Mark Webber e Daniel Ricciardo, ultimo della top ten nipponica. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Al via Vettel conserva la leadership, mentre Webber perde la seconda piazza, guadagnata da Kobayashi, in una fase iniziale segnata da un incidente che fa sfumare le ambizioni di Alonso alla prima curva, costringendolo al ritiro. Fuori anche Nico Rosberg, con Webber che scivola in coda al gruppo, per rientrare poco dopo ai box.

Della frittata iniziale sono protagonisti i due piloti della Lotus: Raikkonen e Grosjean toccano da dietro Alonso e Webber. Per lo svizzero con passaporto francese non è certo una novità una condotta così aggressiva in pista. I commissari lo mettono subito sotto la lente di ingrandimento. Probabile una penalizzazione nei suoi confronti, che arriverà nelle fasi successive, con uno stop & go di dieci secondi.

Entra in scena la safety car. Alla ripartenza Vettel si trova al comando, seguito da Kobayashi, Button, Massa, Raikkonen, Hamilton, Perez, Hulkenberg, Maldonado e Ricciardo. Il leader della corsa, con la sua Red Bull, firma una sequenza di giri veloci, che raccontano la sua determinazione. Quella odierna è una gara ad alto potenziale per lui e gli può offrire la possibilità di ridurre in modo importante lo svantaggio in classifica rispetto ad Alonso.

Al tredicesimo giro Button apre il valzer dei pit stop tra i big. Quando si chiude questa tornata di soste, Massa guadagna la piazza d’onore alle spalle di Vettel. Terzo posto per Kobayashi, con Button e Raikkonen a seguire. Poi Hamilton, Perez, Hulkenberg, Maldonado e Webber. Al ventesimo passaggio Perez tenta il sorpasso su Hamilton, ma finisce sullo sporto, va in testacoda e si pianta sulla ghiaia. Gara finita per lui!

Massa, intanto, sembra galvanizzato dalla felice posizione di classifica e spinge con grande forza. Suo il giro più veloce, ma dieci secondi lo separano dal capofila. Mentre il brasiliano tenta una difficile rimonta, a Senna viene inflitto un drive throug Penalty per l’incidente causato al via. Buona la gara di Schumacher, ora decimo dopo essere partito dall’ultima fila. Tornando alle posizioni di testa, Vettel torna a recuperare terreno su Massa, facendo svanire i sogni di gloria del ferrarista, che pare ormai intenzionato a non strafare, per non mandare in fumo un secondo posto comunque ottimo per lui. Intorno al trentesimo giro inizia una nuova tornata di pit stop.

Quando si conclude, la parte alta della classifica non muta, lasciando immaginare una fase conclusiva cristallizzata al vertice. In bilico potrebbe esserci la terza piazza, per il distacco contenuto fra i contendenti, ma Button non riesce a togliere la soddisfazione del podio a Kobayashi. Gli onori della gloria vanno a Vettel, che si porta a quattro punti da Alonso, riaprendo i giochi in classifica iridata. In Formula 1, del resto, può bastare un passo falso per rimescolare le carte.

Oggi ne ha avuto conferma, a sue spese, lo spagnolo del “cavallino rampante”, che dovrà faticare molto per contenere l’ascesa del pilota tedesco. E’ chiaro che la Ferrari, a questo punto, dovrà progredire, perché una strategia difensiva non sarà sufficiente a rintuzzare l’attacco. Agli uomini di Maranello resta la soddisfazione per il secondo posto di Massa, che aggiunge un risultato utile al suo ruolino di marcia nell’ottica dell’eventuale riconferma.

GP Giappone F1, ordine d'arrivo

01. Vettel Red Bull-Renault 1h 28:56.242
02. Massa Ferrari + 20.639
03. Kobayashi Sauber-Ferrari + 24.538
04. Button McLaren-Mercedes + 25.098
05. Hamilton McLaren-Mercedes + 46.490
06. Raikkonen Lotus-Renault + 50.424
07. Hulkenberg Force India-Mercedes + 51.159
08. Maldonado Williams-Renault + 52.364
09. Webber Red Bull-Renault + 54.675
10. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari + 1:06.919
11. Schumacher Mercedes + 1:07.769
12. Di Resta Force India-Mercedes + 1:23.400
13. Vergne Toro Rosso-Ferrari + 1:28.600
14. Senna Williams-Renault + 1:28.700
15. Grosjean Lotus-Renault + 1 lap
16. Kovalainen Caterham-Renault + 1 lap
17. Glock Marussia-Cosworth + 1 lap
18. Petrov Caterham-Renault + 1 lap
19. De la Rosa HRT-Cosworth + 1 lap

Giro più veloce

Vettel 1:35.774

Classifica conduttori

01. Alonso 194 punti
02. Vettel 190
03. Raikkonen 157
04. Hamilton 152
05. Webber 135
06. Button 131
07. Rosberg 93
08. Grosjean 82
09. Massa 69
10. Perez 65
11. Kobayashi 50
12. Di Resta 44
13. Schumacher 43
14. Hulkenberg 37
15. Maldonado 33
16. Senna 25
17. Vergne 8
18. Ricciardo 7

Classifica costruttori

01. Red Bull-Renault 325
02. McLaren-Mercedes 283
03. Ferrari 263
04. Lotus-Renault 239
05. Mercedes 136
06. Sauber-Ferrari 115
07. Force India-Mercedes 81
08. Williams-Renault 58
09. Toro Rosso-Ferrari 15

Via | Eurosport.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: