Ferrari, Alonso carico per la sfida in Corea

Fernando Alonso si prepara ad affrontare il Gran Premio di Corea di Formula 1, con l'obiettivo di dare vigore alle sue ambizioni iridate e di mettere in archivio il triste epilogo della sfida di Suzuka, dove il pilota spagnolo della Ferrari è stato costretto all'abbandono nelle fasi iniziali, per motivi non imputabili alla sua condotta o alle doti della sua macchina.

E' chiaro che il ritiro nipponico brucia ancora come una ferita aperta, ma l'interprete di punta del "cavallino rampante" preferisce guardare avanti: "La delusione è stata forte, ma è inutile rimuginarci sopra ancora. Come detto in altre occasioni, adesso si riparte da zero, visto che fra me e Vettel ci sono appena quattro punti e anche gli altri si sono un po' riavvicinati. Per vincere bisognerà avere una macchina veloce, non fare errori e sperare che eventuali sbagli altrui non ti costino caro, com’è accaduto a noi, prima a Spa e poi a Suzuka. Senza questi episodi la situazione sarebbe ben diversa".

Doveroso, da parte di Alonso, un riferimento alla competitività della F2012: "Sicuramente ci sono stati alcuni team che in quest’ultimo scorcio di stagione hanno compiuto un passo avanti importante, mentre noi non abbiamo fatto altrettanto, soprattutto per quanto riguarda il comportamento della vettura su certi tipi di piste. Adesso non dobbiamo far altro che riprendere il cammino nella giusta direzione, sono sicuro che ci riusciremo. Nessun dubbio sul fatto che potremo giocarci le nostre carte fino in fondo. Il miracolo che ci ha fatto arrivare sin qui in questa posizione non ha origine divina ma è il frutto del lavoro di tutti noi, dal primo all’ultimo. La Formula 1 è uno sport di squadra: si vince e si perde tutti insieme".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: