GP Corea F1 visto da Alonso e Massa

Il Gran Premio di Corea di Formula 1 si è chiuso con un terzo e quarto posto per le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa, giunti alle spalle delle Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber nella sfida di Yeongam. Con questo risultato la scuderia di Maranello conquista il secondo posto nella classifica costruttori, ma perde il primato in quella conduttori, nonostante la prova di qualità espressa dai due interpreti del "cavallino rampante".

Quella andata in archivio era sulla carta la gara più difficile per le "rosse" delle cinque finali, quindi c'è una moderata fiducia per le prossime quattro, anche se è chiaro che la F2012 deve progredire sul piano prestazionale se vuole consegnare al suo pilota di punta delle concrete possibilità di successo nel campionato.

Ecco il bilancio di Alonso dopo la bandiera a scacchi: "La gara di oggi era difficile, ma sono contento di come sono andate le cose. Avevamo tanti dubbi, quindi salire sul podio è stato un bel sospiro di sollievo. Vero, qui le Red Bull sono state più veloci per tutto il fine settimana, ma il nostro obiettivo era quello di essere immediatamente alle loro spalle e lo abbiamo centrato. Anche se non sono più il leader del campionato, i sei punti di ritardo vogliono dire ben poco così come volevano dire poco i quattro di vantaggio che avevo fino a questa gara. Inoltre, è molto significativo aver ripreso la seconda posizione nel campionato costruttori: significa che la squadra c’è e sarà questo il nostro punto di forza da qui alla fine della stagione".

"Essere in questa posizione -aggiunge Alonso- pur avendo praticamente saltato due gare delle ultime quattro vuol dire molto. Ci sono cento punti in palio e tutto dipenderà da quanto riusciremo a migliorarci nelle prossime corse. Qui siamo stati molto più vicini rispetto alla vetta di quanto non lo fossimo stati a Singapore e più vicini rispetto a Suzuka: dobbiamo continuare in questa direzione. Vettel ha ottenuto tre vittorie consecutive? Beh, hanno avuto lui e la Red Bull tre weekend perfetti quindi complimenti a loro ma quando va tutto liscio per tanto tempo di seguito è inevitabile che, prima o poi, qualcosa accada. Noi siamo in piena lotta per il titolo con una macchina che non è mai stata la più veloce: vuol dire che qualcosa di buono sappiamo fare anche noi, non vi sembra?"

Questo il resoconto di Massa: "Dopo Suzuka è stata un’altra gara fantastica per me. Sono riuscito ad avere un ottimo passo dall’inizio alla fine. Un po’ me l’aspettavo, perché venerdì avevo visto che sulla distanza la vettura si comportava molto bene. E’ vero che poi non si possono mai avere delle certezze su come potrebbero andare le cose in gara ma tutto è andato per il meglio. Sono riuscito a sfruttare sempre il 100% del potenziale della vettura e questo mi dà molta soddisfazione. Tutto il team sta facendo il massimo per aiutare Fernando e io sono a disposizione, come la squadra lo è stata per me quando anch’io mi sono ritrovato nella sua stessa situazione. Da qui all’India c’è tanto lavoro da fare per migliorare la vettura, soprattutto in qualifica. Speriamo che gli aggiornamenti ci diano quel qualcosa in più che possa essere decisivo per la lotta per il titolo".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail