GP India F1: le qualifiche Ferrari viste da Alonso e Massa

Le Ferrari hanno chiuso in terza fila le prove di qualificazione del Gran Premio d'India di Formula 1, con Fernando Alonso e Felipe Massa al quinto e sesto posto in griglia. Un risultato non certo esaltante per la scuderia di Maranello, specie in considerazione del fatto che al vertice ci sono le Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber, autori del primo e del secondo tempo.

Il direttore tecnico Pat Fry dice che gli sviluppi sulla "rossa" funzionano, ma è chiaro che non bastano: "Stiamo spingendo al massimo per cercare di mettere a disposizione dei nostri piloti la miglior macchina possibile". Fernando Alonso, come sempre, è pronto a fare la sua parte: "Io non mollo".

Queste le parole del pilota spagnolo del "cavallino rampante": "Abbiamo cercato di tirare fuori il massimo ma davanti alle Red Bull e alle McLaren non possiamo stare. In fondo il quinto posto non è poi male perché era facile poter finire in griglia anche più indietro se qualcosa fosse andato storto. E’ chiaro che finire davanti alla Red Bull è il nostro obiettivo ma oggi è impossibile lottare contro di loro, almeno in qualifica: quando avevamo una vettura simile era possibile lottare con Vettel e siamo stati anche davanti ma ora lottiamo contro Newey e, al momento, non possiamo contrastarlo".

"Qui -prosegue l'asturiano- abbiamo portato alcune novità che funzionano come ci aspettavamo ma anche gli altri hanno migliorato in queste due settimane: tocca a noi portare qualcosa di più significativo nelle ultime tre gare. Non sono preoccupato né demotivato perché so che le cose possono cambiare molto velocemente. Noi dovremo cercare di guadagnare posizioni nel primo giro e tentare di mettere pressione addosso ai nostri principali avversari, senza permettergli di fare una gara facile. Ci sono sessanta giri a disposizione: dovremo affrontarli tutti come se fosse una qualifica, all’attacco. E’ chiaro che spero di poter avere presto una vettura più competitiva per poter lottare alla pari con loro anche in il sabato e non solo la domenica. Sicuramente io non mollo, questo è il mio vero vantaggio".

Ecco il resoconto di Massa: "Sono abbastanza soddisfatto del sesto posto, anche se forse, senza un errore alla Curva 6 nel mio tentativo in Q3, sarei potuto partire anche più avanti. In qualifica la Red Bull è più veloce, la McLaren ci è stata davanti per poco e poi ci siamo noi: in gara le cose sono un po’ diverse e speriamo di poter lottare con queste quattro vetture per le prime posizioni. I punti chiave per domani sono tanti: partenza, strategia, usura delle gomme e non commettere errori. Dovremo essere concentrati al massimo perché sarà una corsa molto lunga. Oggi non è stato facile mettere insieme il giro perfetto, anche perché l’asfalto è rimasto piuttosto scivoloso. Qui abbiamo portato degli aggiornamenti che sembrano funzionare ma forse non sono stati sufficienti per stare davanti ai nostri avversari diretti".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: