GP India F1, Fry: "Con Alonso lotteremo fino all'ultimo"

Ieri la Ferrari ha chiuso al secondo posto il Gran Premio d'India di Formula 1, grazie all'incredibile prestazione di Fernando Alonso, che si è reso protagonista di una gara brillante, condotta all'attacco dall'inizio alla fine. Il pilota spagnolo ha offerto una prova di grande spessore in termini di guida pura, confermando la sua incredibile bravura. Nella sfida dei maharaja è scattato dalla quinta posizione in griglia ed è giunto in piazza d'onore, dopo aver scavalcato, su pista asciutta, due McLaren e una Red Bull.

Comprensibile l'ammirazione nei suoi confronti da parte del direttore tecnico Pat Fry: "Fernando ha offerto l'ennesima straordinaria prestazione di questa sua incredibile stagione: finire al secondo posto partendo quinto in una corsa dove i sorpassi sono stati merce rarissima nonostante la doppia zona di utilizzo del DRS è veramente un bel segnale. Fernando ha sfruttato al meglio i primissimi giri per riuscire a sbarazzarsi delle due McLaren, poi si è messo in caccia delle Red Bull, riuscendo a superarne almeno una".

"Dobbiamo migliorare -prosegue Fry- la prestazione della vettura in qualifica ed è per questo che stiamo lavorando ventre a terra per cercare di portare degli aggiornamenti ad ogni gara da qui alla fine del campionato. Se riusciremo a mettere in condizione i nostri piloti di partire più avanti in griglia allora potremo mettere sotto pressione la Red Bull: in questo momento Sebastian sta avendo vita troppo facile restando in testa sin dal primo giro. Sappiamo di poter contare su un grandissimo pilota e, insieme a lui, lotteremo sino alla fine del Gran Premio del Brasile".

Anche Alonso è soddisfatto della gara di ieri: "Possiamo lottare contro le Red Bull ma, in questo momento, non abbiamo ancora la macchina per vincere. Un’ottima partenza, un ottimo primo giro, una buona velocità di punta e una giusta gestione degli pneumatici hanno prodotto, insieme ad una guida al 120% per ognuno dei sessanta giri di gara, questo secondo posto. Abbiamo fatto il possibile, come ad ogni gara: se alla fine del campionato avremo vinto nessuno potrà dire che ci saremo riusciti per gli errori altrui, ma perché abbiamo sempre fatto il massimo. Avremo degli aggiornamenti già ad Abu Dhabi: speriamo possano farci fare un passo avanti perché sarebbe importante recuperare dei punti già lì. Io rimango ottimista anche se siamo tutti consapevoli che dobbiamo migliorare la nostra prestazione, soprattutto il sabato. Non so se questa sia stata la mia miglior prestazione stagionale, è sempre difficile fare delle scelte del genere, ma sicuramente è fra le prime: ho spinto dall’inizio alla fine, prendendomi magari dei rischi nei sorpassi maggiori rispetto alle gare precedenti".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: