GP Abu Dhabi F1, Alonso: "Sappiamo come lottare fino alla fine”

Si avvicina l'appuntamento con il Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1 e gli uomini della Ferrari sono pronti ad affrontare questa nuova tappa del calendario iridato 2012, che si avvia verso la conclusione. Fernando Alonso si presenta all'appuntamento dopo aver disputato una gara molto speciale in India, dove ha raccolto con forza un secondo posto difficile da ipotizzare alla vigilia della sfida dei maharaja.

La splendida performance non ha consentito al pilota spagnolo del "cavallino rampante" di contenere l'ascesa impetuosa di Sebastian Vettel, vincitore delle ultime quattro gare disputate. Il campione del mondo in carica, che può contare sull'eccellente stato di forma della Red Bull, ha incrementato ulteriormente il suo vantaggio in classifica conduttori, guadagnando i favori del pronostico nella lotta per il titolo.

Alonso, però, non si arrende e dice di sentirsi ancora sicuro di poter vincere il campionato 2012. Ieri, nel paddock di Yas Marina, gli è stato chiesto il motivo di tanta fiducia. Questa la sua risposta: "Noi crediamo nei nostri mezzi e abbiamo fiducia nella squadra e nel lavoro che facciamo. Abbiamo dimostrato di non mollare mai e di saper lottare fino alla fine. Quando le cose diventano stressanti e difficili, possiamo ancora dare il 100%: la squadra vanta una lunga esperienza di battaglie per i campionati del mondo".

"Tutti -prosegue Alonso- sono molto motivati e, in India, abbiamo visto alcuni segnali positivi in termini di passo rispetto alla Red Bull, anche se abbiamo bisogno di guadagnare un altro paio di decimi, in particolare il sabato. Qui abbiamo comunque alcuni aggiornamenti e altri ancora ce ne saranno negli Stati Uniti. La stagione ha avuto i suoi alti e bassi e abbiamo visto una striscia positiva di quattro gare consecutive per la Red Bull, per cui penso che prima o poi dovrà pure avere un calo!"

Per quanto riguarda questo fine settimana, il pilota della Ferrari confida nella giusta combinazione di fattori per ottenere un buon risultato. "Abbiamo cercato di preparare questa gara al meglio. Valuremo nelle prossime ore alcune parti nuove. Non pensiamo di colmare completamente il gap con le Red Bull, a soli cinque giorni di distanza tra India e Abu Dhabi. Non vi è alcuna componente magica in Formula 1, ma stiamo cercando di metterli sotto pressione, dopo che hanno avuto quattro gare “facili”. Vogliamo essergli abbastanza vicini, capitalizzando ogni loro minimo errore, mentre noi dobbiamo essere perfetti in questi prossimi tre weekend di gara".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail