GP Abu Dhabi F1, Alonso parla delle qualifiche Ferrari

Le prove di qualificazione del Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1 non hanno avuto un esito felice per la Ferrari. Anche se Fernando Alonso e Felipe Massa hanno dato il massimo, le due "rosse" non sono riuscite a fare meglio del settimo e nono tempo, ma oggi avanzeranno di una posizione, per la retrocessione in coda al gruppo di Sebastian Vettel.

Questo provvedimento è un vero boccone d'ossigeno per la scuderia del "cavallino rampante", che vede risollevare le sorti di una gara diversamente molto difficile per i suoi uomini. Anche così, comunque, le cose non saranno facili, ma almeno c'è la concreta possibilità di togliere qualche punto al campione del mondo in carica. La situazione adesso deve essere affrontata con calma, sfruttando al massimo tutte le opportunità.

Resta il fatto che la F2012 non è cresciuta, come sottolinea il direttore tecnico Pat Fry: "Gli altri hanno alzato l'asticella: le novità non sono bastate. Siamo dispiaciuti di non aver messo a disposizione dei nostri piloti una vettura sufficientemente competitiva. Avevamo portato qui diversi aggiornamenti che, purtroppo, non hanno reso secondo le aspettative della vigilia, almeno relativamente ai progressi che altre squadre hanno effettuato".

Alonso, come sempre, ha fatto del suo meglio, ma non è bastato a finire nei piani alti della classifica: "Abbiamo spremuto ogni goccia di potenziale dalla vettura. Le novità che abbiamo portato qui hanno migliorato la prestazione ma non è che gli altri se ne sono stati in poltrona davanti alla televisione con le mani in mano… Di solito il sabato è il giorno in cui soffriamo di più mentre la domenica le cose vanno sempre meglio: speriamo che sia così anche stavolta, anche se è vero che, con un degrado degli pneumatici così ridotto, le opzioni strategiche sono molto più limitate e, con esse, le strade per guadagnare delle posizioni. Sappiamo che nelle tre gare che restano da disputare dobbiamo fare quattordici punti in più di Vettel: questo è il nostro unico obiettivo".

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail