Agostini e Cheever Jr. hanno provato la Ferrari F60 sul circuito di Vallelunga

Riccardo Agostini e Eddie Cheever Jr. hanno provato la Ferrari F60 sul circuito di Vallelunga. Il padovano, vincitore del titolo rookie nell'Italian Formula 3 European Series e nel Campionato Italiano Formula 3, e il figlio d'arte romano hanno espresso le loro potenzialità sul circuito romano a bordo di una monoposto di Formula 1.

Ottimi anche i responsi cronometrici che hanno confermato quanto di buono ottenuto dai due giovani piloti durante la stagione 2012. Con loro, sul tracciato intitolato a Piero Taruffi anche Daniel Juncadella, vincitore della Formula 3 Euro Series e del primo Campionato FIA European Formula 3 Championship.

Per Eddie Cheever Jr. è stata una grande emozione calarsi nell'abitacolo della F60. Ecco il suo commento a fine prova: "All'inizio ero molto emozionato, questa è un'esperienza che capita una volta nella vita. Spero di più, ma già una volta nella vita è tanto. Passata l'emozione iniziale ho iniziato a capire meglio la macchina e sono riuscito ad esprimermi nel migliore dei modi".

Riccardo Agostini, durante l'esperienza, è rimasto fermo ai box per alcuni minuti, ma gli uomini Ferrari hanno subito sistemato la F60 e il padovano ha potuto completare il suo lavoro sulla "rossa" di Maranello: "E' stata sicuramente un'esperienza positiva. Sono soddisfatto di come si è svolto il test. L'approccio alla Ferrari è stato molto buono e mi sono trovato subito a mio agio con gli ingegneri e con il metodo di lavoro con cui è stato affrontato questo test".

Anche per Daniel Juncadella è stato un test molto positivo. Il catalano, più esperto rispetto ai due piloti tricolori, ha fatto segnare ottimi riscontri cronometrici nel suo run in mattinata. Il vincitore della F3 Euroseries, cresciuto sportivamente in Italia con il Prema Powerteam ha ammesso che su questa pista si sente come a casa e il ritmo imposto l'ha dimostrato.

Positivamente soddisfatto della giornata di test anche il presidente ACI e CSAI Angelo Sticchi Damiani che ha ricordato come la collaborazione tra la federazione e Ferrari Driver Academy dia la possibilità a questi giovani piloti di farsi conoscere e di fare un'esperienza che ricorderanno per tutta la vita.

Via | Acisportitalia.it

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: