GP USA F1, le prove del venerdì dalla prospettiva Ferrari

Nelle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 le Ferrari non si sono messe in evidenza per i loro tempi, ma Fernando Alonso e Felipe Massa hanno percorso quasi settecento chilometri, senza registrare nessun problema e raccogliendo parecchi dati.

Il direttore tecnico Pat Fry sembra moderatamente soddisfatto: "Abbiamo completato quasi tutto il programma previsto, il che è sempre un buon modo di iniziare un weekend di gara. Avevamo alcune soluzioni aerodinamiche da mettere alla prova e le prime indicazioni sembrano positive, ma dovremo valutare attentamente i dati prima di fare le scelte per le qualifiche e la gara".

Anche Alonso non è deluso di come sono andate le cose: "Nessuna sorpresa nel vedere le due Red Bull davanti a tutti: nelle ultime gare il loro è stato il pacchetto migliore quindi è un risultato logico. Noi sappiamo quali sono i nostri punti di forza – il lavoro di squadra e l'affidabilità – e lotteremo con le nostre armi. Gli aggiornamenti che abbiamo portato qui sembrano funzionare, ma dobbiamo ancora approfondire l’analisi dei dati prima di avere una risposta definitiva. Sono contento di questo ma è anche vero che se facciamo dei piccoli passi gara dopo gara e anche gli altri fanno la stessa cosa la distanza rimane invariata".

Ecco il resoconto di Massa: "Abbiamo dedicato il venerdì soprattutto allo studio di questo nuovo tracciato. Di mattina il fondo era sporco e molto scivoloso: non mi ricordo di aver mai guidato su un asfalto con così poca aderenza! Poi la situazione è migliorata e abbiamo iniziato a prendere un po' di fiducia e a trovare una buona traiettoria. La pista mi piace molto: è divertente guidare qui. Credo che assisteremo ad un spettacolo interessante durante il fine settimana".

Via | Ferrari
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail