F1, Red Bull promette che non si rilasserà in Brasile

La Red Bull affronterà all’attacco il Gran Premio del Brasile di Formula 1, tappa finale della stagione agonistica 2012. Anche se il secondo posto di Sebastian Vettel nella recente gara di Austin ha fatto crescere a 13 punti il vantaggio del pilota tedesco su Fernando Alonso, gli uomini di Milton Keynes non vogliono rilassarsi.

Al campione del mondo in carica basterebbe un quarto posto per confermarsi al vertice della specialità, ma le previsioni meteo di Interlagos, con il concreto rischio pioggia dietro l’angolo, rendono il quadro agonistico meno scontato di quanto possa sembrare, aprendo lo spiraglio a qualche sorpresa.

Per ridurre al minimo i rischi, alla Red Bull cercheranno di non perdere la concentrazione. Il team principal Christian Horner assicura la massima dedizione al lavoro, come se quello alle porte fosse un comune impegno del calendario iridato, evitando di farsi prendere dalle emozioni della volata finale.

Ecco le sue parole: “Non ci resta che affrontare la prossima gara come abbiamo fatto con la precedente. Dobbiamo andare in Brasile, attaccare per tutto il fine settimana e cercare di ottenere il meglio di noi stessi, come macchina, strategia, drivers e affidabilità. Tutto può succedere, come abbiamo visto in questa stagione, ma siamo preparati bene per chiudere in modo luminoso la pratica”.

Combinazioni

Vettel vince il titolo se:

- Finisce tra i primi quattro
- Finisce quinto, sesto o settimo e Alonso non vince
- Finisce ottavo o nono e Alonso non fa meglio del terzo posto
- Finisce decimo o peggio e Alonso non sale sul podio

Alonso vince il titolo se:

- Guadagna il successo e Vettel è quinto o più indietro
- Finisce secondo e Vettel non fa meglio dell’ottavo posto
- Finisce terzo e Vettel giunge decimo o ancora più indietro

Via | Autosport.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: