GP Brasile F1, le qualifiche di Interlagos dalla prospettiva Ferrari

Le prove di qualificazione del Gran Premio del Brasile di Formula 1 non hanno avuto un esito felice per la Ferrari, costretta ad accontentarsi del quinto posto di Felipe Massa e dell'ottavo di Fernando Alonso (ma partirà settimo per la retrocessione di Maldonado). La sessione è stata condotta dalle McLaren, con Lewis Hamilton in pole position, seguito dal compagno di squadra Jenson Button. In seconda fila si sono piazzate le due Red Bull, con Mark Webber davanti a Sebastian Vettel.

Il campione tedesco incrementa così le possibilità di farcela, ma la variabile climatica potrebbe mischiare le carte, determinando qualche sorpresa nella gara di domani. L'impressione è che Alonso abbia scelto una configurazione idonea ad affrontare una sfida bagnata, puntando tutto sull'incertezza di una prova sotto la pioggia. Fra poche ore sapremo se effettivamente le cose stanno così.

In attesa che si svelino gli scenari, non ci resta che attenerci ai fatti, per ribadire come la giornata odierna non sia stata fruttuosa per la scuderia di Maranello. Alonso si dice deluso di come sono andate le cose: "E' stata una qualifica difficile, come è sempre successo durante l'anno. Non pensavo ci potessero essere sorprese rispetto ad Austin. Provato l’assetto da bagnato? No, non esiste più l'assetto da asciutto o da bagnato, piuttosto è il carico aerodinamico che è sempre al massimo sull'asciutto e sul bagnato. Non credo che nessuno abbia fatto una strategia strana pensando a domani. C'è sempre la possibilità del podio per la gara. Anche ad Abu Dhabi e negli Stati Uniti siamo partiti dietro e poi siamo finiti sempre sul podio, ed anche domani l'obiettivo è lo stesso".

Via | Eurosport.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail