Red Bull non vuole dormire sugli allori e pensa al 2013

Nel 2012 la Red Bull ha incassato un doppio successo mondiale, ma gli uomini di Milton Keynes mettono in guardia gli avversari, dicendo loro che non sono ancora sazi e che per questo non dormiranno sugli allori. Ricordiamo che la gloria fra i costruttori è giunta ad Austin, mentre il titolo conduttori si è concretizzato ad Interlagos. In entrambi i casi si tratta del terzo alloro consecutivo. Non sono mancati però gli errori e le carenze.

Per questo il team principal Christian Horner crede che si possa fare ancora meglio nel 2013, imparando dagli sbagli commessi nella stagione ormai alle spalle: “Il nostro gruppo è forte, ma può sempre apprendere dall’esperienza. Abbiamo imparato un sacco di lezioni e cercheremo di applicarle. Questo è uno dei punti di forza della Red Bull. Non siamo mai soddisfatti e ci lanciamo sempre alla ricerca del meglio, in tutti reparti. E’ lo spirito che ci ha permesso di volare in alto negli ultimi tre anni”.

Mentre la Red Bull e Sebastian Vettel hanno dominato la stagione 2011, le cose sono andate meno bene nel 2012, quando non tutto è filato in modo liscio. Le difficoltà vissute in corso d'opera rendono più speciale il successo maturato in questa stagione: “E’ un risultato che ci fa onore, forse il più intenso di sempre per la nostra squadra. Abbiamo dovuto combattere e tenere i nervi saldi fino alla fine, dando prova di grande maturità. Il successo è stato inseguito da tutti con grinta”.

Via | Planet-f1.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: