F1, Domenicali assegna un 10 ad Alonso e un 7 alla Ferrari

In un forum promosso a Madrid dai quotidiani spagnoli El Mundo e Marca si è fatto ancora una volta il punto sulla stagione 2012 della Ferrari. A tirare le somme è stato Stefano Domenicali, interpellato sul tema dai giornalisti presenti. Ricordiamo che la scuderia del "cavallino rampante" è giunta seconda nella classifica costruttori, mentre Fernando Alonso ha chiuso in piazza d'onore fra i piloti. Il risultato non è deludente se si tiene conto di come si erano messe le cose, ma è chiaro che sono stati mancati i propositi di inizio anno, quando a Maranello non nascondevano l'intenzione di puntare al successo iridato.

Purtroppo la F2012 si è rivelata inferiore alle aspettative, complicando notevolmente il quadro. Alonso e gli altri uomini della squadra hanno svolto un eccellente lavoro per cercare di tappare i buchi, ma non è bastato. All'interprete asturiano della "rossa" va il primo pensiero di Domenicali: "E' stata una stagione incredibile, in cui credo che Fernando meritasse davvero il titolo. Non lo dico solo perché è un nostro pilota ma lo condividono la stragrande maggioranza dei suoi colleghi e degli osservatori. Cosa gli è mancato? Avere una macchina più veloce e un po’ di fortuna, considerato che praticamente ha corso due gare in meno del suo avversario principale".

"La stagione di Fernando -prosegue il team principal della Ferrari- è stata da 10: è un pilota fantastico, capace di associare il suo straordinario talento ad un gruppo come il nostro, proteggendolo nei momenti di necessità e spingendo nella giusta direzione quando le cose non vanno in modo corretto. Per noi è un privilegio averlo in squadra. Certo, dopo due volte su tre che si arriva alla fine perdendo il titolo all’ultima gara è dura. E' come un pugile che riceve un pugno nello stomaco, ma noi reagiamo e vi posso dire che a Maranello c’è una gran voglia di rivincita: l’anno prossimo vogliamo vincere ed essere i migliori".

"Nel campionato appena concluso -aggiunge Domenicali- abbiamo sicuramente avuto il pilota più forte, la miglior affidabilità e un livello di eccellenza come lavoro al muretto e ai pit-stop. Ci è mancata la vettura, nonostante un recupero fatto dopo l’inizio molto complicato. Per questo il voto che darei alla Ferrari è un 7. Tengo però a dure che sono orgoglioso, così come lo è stato il presidente Montezemolo, del lavoro svolto dagli uomini della squadra".

A questo punto il manager di Maranello lancia lo sguardo al futuro: "Per l’anno prossimo dovremo cercare di migliorare. Sta a noi dare a Fernando e Felipe (ottimo nella seconda parte della stagione non solo come risultati ma anche come uomo squadra) una monoposto più forte, soprattutto in qualifica". E' quello che si aspettano i tifosi, memori delle promesse simili fatte lo scorso anno. La loro speranza è che questa volta le cose vadano meglio.

Via | Ferrari.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: