F1, Montezemolo difende la Ferrari e attacca Ecclestone

luca di montezemolo

Luca di Montezemolo dice che Bernie Ecclestone è troppo vecchio per la Formula 1. A scatenare questo giudizio da parte del presidente della Ferrari sono state le dichiarazioni recenti del boss del Circus, che ha bollato come ridicole le richieste di chiarimento avanzate dalla scuderia del "cavallino rampante" alla FIA, per avere lumi sulla regolarità del sorpasso di Sebastian Vettel su Jean-Eric Vergne durante il quarto giro del Gran Premio del Brasile, tappa conclusiva della stagione agonistica 2012, che ha assegnato il titolo piloti al tedesco della Red Bull.

Un filmato sbucato in rete dopo la sfida di Interlagos, infatti, aveva spinto molti tifosi delle "rosse" a chiedere un'azione da parte della loro squadra del cuore, per verificare se la manovra incriminata si fosse svolta nel rispetto delle regole e non in regime di bandiere gialle, come poteva sembrare. La risposta della federazione all'iniziativa assunta dalla Ferrari per fugare i dubbi ha chiuso il caso sul nascere, riconoscendo la legittimità dell'azione di Vettel. A Maranello si sono così tranquillizzati, ma è rimasta la "ferita" aperta per le critiche di Ecclestone, che aveva definito il caso sollevato dalla casa emiliana come una "barzelletta".

Montezemolo non ha digerito il rospo e alla prima occasione utile ha sferrato una risposta altrettanto sferzante. L'occasione è stata fornita dalle Finali Mondiali Ferrari di Valencia, dove il boss del "cavallino rampante" ha parlato così del vecchio Bernie: "Bisogna avere rispetto per le persone molto anziane, soprattutto quando arrivano a un punto in cui non riescono più a controllare le parole. Certo, spesso l'anzianità è incompatibile con certi ruoli e responsabilità".

Poi Montezemolo ha ribadito un concetto che ripete da diversi mesi, puntando il dito contro le norme vigenti: "L'aerodinamica non ha più niente a che fare con la ricerca automobilistica". Sono le stesse parole usate prima dell'inizio di questa stagione, quando il numero uno della Ferrari aveva detto: "Non è possibile che la Formula 1 non trasferisca più tecnologia alle nostre vetture di serie. Corriamo soprattutto per fare ricerca avanzata per le nostre granturismo. Quello che non ci sta bene è che il 90% della competitività sia basato esclusivamente sull’aerodinamica e che il nostro sia l’unico sport in cui siano proibiti i test. E' necessario che il mondo dei Gran Premi cambi e torni ad essere ricerca avanzata, con una necessaria attenzione ai costi".

Ora Montezemolo aggiunge: "Non si può concepire ancora una Formula 1 del genere. Lo diremo nelle sedi competenti. La nostra pazienza ha raggiunto il limite. Se ne facciano una ragione. Noi siamo costruttori, non siamo sponsor, non mi sta più bene questa storia. E' una barzelletta, come direbbe Ecclestone". Un'altro fendente diretto verso l'uomo forte del Circus, non vi pare?

Via | Tgcom24.mediaset.it
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: