Red Bull, Newey dice di aver sfiorato i limiti del regolamento

Nonostante le perplessità palesate da molti nel corso della stagione, Adrian Newey insiste nel dire che tutto ciò che la Red Bull ha fatto nel 2012, al fine di migliorare le prestazioni della sua monoposto, era legale. Il geniale progettista del team di Milton Keynes ha ribadito la cosa nel corso di un documentario televisivo, rispondendo così alle accuse di altre squadre, che hanno insinuato l’uso di mezzi illegali al fine di ottenere il massimo dalla RB8.

Più volte è stata chiamata in causa la Fia, per rispondere ai dubbi dei rivali sulla legittimità delle soluzioni impiegate dalla squadra campione del mondo. Newey ammette di aver flirtato con i limiti fissati dal regolamento, ma è irremovibile nel dire che questi non sono mai stati superati.

Sembrava –dice il tecnico- che ad ogni gara ci fosse qualcuno pronto ad accusarci di fare qualcosa di illegale. La nostra macchina, invece, è stata rispettosa delle norme. Pur spingendoci verso il perimetro delle disposizioni in vigore, non abbiamo mai varcato la soglia che delimita la correttezza. E’ così che si deve operare in una categoria estrema come la Formula 1”.

Via | Planet-f1.com
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: