Briatore scrive la sua ricetta per lo spettacolo. Voi che ne pensate?

briatore

Quello di migliorare lo spettacolo della Formula 1 è un problema vissuto con grande interesse da tutti i soggetti che ruotano intorno al mondo dei Gran Premi. Sono soprattutto gli appassionati a chiedere delle corse più avvincenti, che sappiano regalare ulteriori dosi di adrenalina.

Negli anni sono state elaborate diverse proposte, non sempre con gli esiti sperati. Adesso si spera di regalare un pò di pepe attraverso l'abolizione dei sussidi elettronici alla guida, ma il risultato è tutto da verificare. Interpellato sul tema, Flavio Briatore ha illustrato la sua ricetta.

Secondo il manager cuneese non conta quanto si investe, ma il prodotto finale, che oggi è modesto. Anzi, in un'intervista pubblicata da Quattroruote, dice: "Più spendiamo, più lo spettacolo è povero". Per far capire il concetto fa pure un esempio: "Con Bernie Ecclestone abbiamo inventato la GP2 per dimostrare come si può fare spettacolo. La Formula Uno è troppo priva di imprevisti, a meno che non piova: e la prevedibilità uccide lo spettacolo. Dopo il secondo pit stop non succede più nulla".

Ma Briatore non ha un atteggiamento fatalista. Anzi crede che sia possibile percorrere delle strade utili a conseguire il fine: "Bisogna abolire i rifornimenti, lasciare solo il cambio gomme. Le qualifiche andrebbero fatte il sabato, con un taglio più divertente, mentre la domenica si dovrebbero disputare due gare brevi, ciascuna di 45 minuti, con la seconda a griglia invertita rispetto alla prima, per costringere i più veloci a superare". A questo punto è doveroso chiedere il vostro parere.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: