Robert Kubica: "Un grande aiuto dalle monoposto più rispettose delle gomme"

kubica

Il pilota della Bmw Sauber, quando il campionato è ormai alle porte, conferma un'opinione condivisa da molti suoi colleghi. In un'intervista dice: "Anche senza controllo di trazione occorre avere una buona vettura". L'affermazione sembra un po' scontata, ma mira a ribadire che i valori in campo non saranno ribaltati dall'abolizione dei sussidi elettronici alla guida.

Questo, ovviamente, non è il solo argomento affrontato da Robert Kubica, attento a leggere il livello della sua monoposto: "Ho avuto l'onore di essere il primo pilota a portare in pista la F1.08, con la quale abbiamo fatto enormi progressi dal momento del 'roll-out' a Valencia. All'inizio, non eravamo soddisfatti delle prestazioni, ma il lavoro continuo di tutti ci ha portato ad un miglioramento generale e sono convinto che il pieno potenziale della vettura sia ancora inespresso".

Il polacco, però, non sottovaluta gli effetti del nuovo regolamento: "Dai test, abbiamo potuto verificare che la guida senza controllo di trazione ha una grande influenza sul consumo delle gomme, che cresce ulteriormente in presenza di temperature più alte".

Poi aggiunge: "E' davvero fondamentale mantenere le traiettorie: in passato il controllo di trazione ci aiutava a riprenderci immediatamente dalle sbavature. Adesso, invece, bisogna evitare accelerazioni brusche, per non correre il rischio di girarsi e perdere molto tempo. Comunque, non è soltato una questione di stile di guida, anche la vettura deve fare un uso ottimale delle gomme". Il rischio, altrimenti, è di perdere secondi preziosi o di girarsi rovinosamente, con conseguenze prevedibili sull'andamento della gara.

Via | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail