Hamilton e il trionfo di Melbourne: "potevo spingere di più"

Hamilton al quinto successo in F1 della sua carriera
Felicità e sicurezza allo stato puro: Lewis Hamilton se mai ce ne fosse stato bisogno ha ricavato una bella dose di carica extra per la sua stagione 2008. Il pilota della Mc Laren infatti ha conquistato un GP di Melbourne con autorevolezza, complice la grande debacle delle Ferrari che non sono mai state protagoniste della gara australiana.

Ma Hamilton se ormai non è più una sorpresa per nessuna, in Australia ha però dimostrato grande personalità dominando una gara caotica dal primo all'ultimo giro: "È un modo fantastico di iniziare la stagione. La McLaren è stata fantastica. Ci tenevamo a iniziare col piede giusto: questa vittoria è comunque diversa dalla prima in carriera che ho ottenuto in Canada, perché quella era inaspettata. Questa vittoria però è più bella perché ho migliorato in molte aree.

Non voglio dire che è stata la vittoria perfetta, ma visto come ho preservato le gomme, controllato il passo gara e sono stato a mio agio nella macchina, credo sia stata la gara migliore che ho fatto finora. Sono arrivato per primo alla prima curva, ho accumulato vantaggio, poi ho preservato le gomme".

"Abbiamo anche avuto un'ottima strategia che mi ha permesso di stare lontano dai guai nonostante la Safety car sia entrata in pista tante volte. Devo ringraziare la McLaren, la macchina era fenomenale, un sogno guidarla rispetto a quella dell'anno scorso".

Hamilton, forte della sua giornata, ha poi detto di non essere preoccupato dalla Ferrari, che peraltro oggi ha avuto grossi problemi di affidabilità. "Oggi avrei potuto andare anche più forte per cui non mi preoccupa il passo della Ferrari. Anche Bmw e Williams hanno fatto un grande lavoro, per cui dobbiamo continuare a spingere. Mi sento alla grande, penso che questa vittoria sia una preparazione fantastica in vista della Malesia".

Ma tra quelli che strabordano di felicità non c'è solo l'inglese del team di Woking: c'è chi con un bellissimo terzo posto si è conquistatato il tanto atteso primo podio della carriera: il suo amico Nico Rosberg. Ovviamente felice del risultato: "Sono contento. Conquistare il podio in F.1 è una gran cosa. Era da una vita che aspettavo questo momento. Sono contento per il team che questo inverno ha lavorato duramente, facendo grandi progressi. Ho dato tutto quello che avevo in gara, è stata una corsa dura.

Possiamo crescere ancora. Voglio anche ringraziare mio padre per tutto l'aiuto che mi ha dato per farmi arrivare a questo punto. Abbiamo una macchina buona e affidabile, e sono in arrivo altri sviluppi. Speriamo di fare una bella stagione".

via | Gazzetta

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: