F1, Horner: "Le regole 2014 sono un campo minato per le squadre"

Christian Horner ammette l’esistenza della possibilità che uno dei team attualmente al vertice possa finire in mezzo al gruppo nella stagione 2014, per le regole che entreranno in vigore l’anno prossimo, quando è atteso l’arrivo delle nuove unità propulsive sovralimentate da 1.6 litri, il cui innesto sulle monoposto potrebbe generare dei cambiamenti nella gerarchia dei valori in pista.

Il rischio, secondo il team principal della Red Bull, è per tutti e non va preso sottogamba: “Nessuno conosce al momento l’efficienza di quei motori e l’effetto della loro coniugazione con le auto da gara. La cosa certa è l’impegno di tutti a svolgere al meglio il proprio lavoro. Per quel che ci riguarda, la Renault ha un’enorme esperienza, che ci regala fiducia. Si profila una sfida interessante”.

Alcuni sostengono che Mercedes e Ferrari avranno un vantaggio nel 2014, per la crescente importanza dell’integrazione fra motore e telaio, che i due celebri marchi sviluppano in proprio, ma Horner non è così convinto. Lui pensa che i legami e gli scambi di informazioni tra Red Bull e Renault siano sufficienti per mantenere la squadra di Milton Keynes al vertice.

Via | Autosport.com
Foto | Getty Images (tutti i diritti riservati)

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: