Stirling Moss e le pasticche miracolose

Stirling Moss e la MB 300 SLR alla Mille Miglia del '55Già qualche tempo fa abbiamo affrontato il tema droghe e competizioni automobilistiche, ed ora le dichiarazioni di Stirling Moss ci stupiscono e ci riportano sugli stessi discorsi. Come riportato da italiaracing.net nelle edicole è in vendita un DVD allegato a quattroruote intitolato "Le corse più belle di tutti i tempi". In questo Stirling Moss dichiara di aver assunto delle pasticche ricevute da Juan Manuel Fangio in occasione della Mille Miglia del '55, per sconfiggere la stanchezza ed il sonno. Sembra che questa fosse una pratica piuttosto diffusa in coloro che partecipavano ai Rally e che assumevano benzedrina ed exedrina, sempre allo scopo di reggere al massacro cui erano sottoposti negli interi finesettimana. Tornando alle pasticche di Moss non è dato sapere di cosa si trattasse ma a detta dello stesso pilota: "Non so cosa ci fosse dentro quelle pastiglie, ma di sicuro funzionavano! Oggi non sarebbero certo consentite".

Ciò che delude di più è pensare che l'edizione del 1955 è rimasta iscritta nella storia della Mille Miglia e dell'automobilismo, proprio per l'impresa di Stirling Moss a bordo della sua Mercedes Benz 300SLR . In quell'anno la vittoria andò proprio all'inglese, e soprattutto fu l'occasione per stabilire il record imbattuto ancora oggi, di 10 ore 7 minuti e 48 secondi alla media oraria di 157,65 km/h, una corsa epocale che in questo modo perde un pò del magico luccichio.
Che sia tutta pubblicità? E' da sperare.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: