Fernando Alonso dice che la Ferrari non può accordare presto la priorità alla F1 del 2014

Fernando Alonso stagione 2013

Con il campionato del mondo di Formula 1 ormai alle porte si cominciano a fare delle riflessioni sul presente e sul futuro. Mentre qualcuno focalizza l’interesse sui recenti test, nel difficile tentativo di tracciare una scala dei valori in pista, altri si spingono più avanti, facendo un’analisi a più ampio raggio.

Fra questi c’è Fernando Alonso, mosso sempre da una grande lungimiranza, che guarda alla ripartizione dei tempi tra lo sviluppo della F138 e quello della monoposto 2014, che potrebbe (come per le altre squadre del resto) distrarre presto le attenzioni dal progetto attuale in favore di quello futuro, in virtù della rivoluzione normativa prevista per il prossimo anno.

Fernando Alonso stagione 2013
Fernando Alonso stagione 2013
Fernando Alonso stagione 2013
Fernando Alonso stagione 2013

Il pilota spagnolo del “cavallino rampante” pensa che sia sbagliato staccare presto la spina e auspica un impegno pieno e per tutto l’anno sulla “rossa” del 2013, cui vanno dedicate le massime energie, senza eccessive distrazioni, per la difficile lotta al vertice che si profila all’orizzonte.

Certo, bilanciare le energie fra presente e futuro non sarà facile per i team, ma Alonso spera che si faccia il massimo sulla F138, ritenendo che questo sia l’approccio da seguire. Lui crede che solo un’apertura disastrosa della stagione da parte della Ferrari più recente possa giustificare una spinta maggiore sul progetto 2014: “E’ importante arrivare a metà stagione a un eccellente livello di competitività, ma non si dovrà rinunciare alla fase attuale. Il cambio di priorità potrà verificarsi solo se a quel punto della stagione si dovesse palesare un eventuale ritardo in classifica, tale da giustificare un’attenzione totale sul progetto del prossimo anno. E’ questa una prospettiva che non voglio neppure considerare”.

Fernando fa capire subito che si tratta di un’ipotesi astratta: “Io non credo che accuseremo un forte ritardo a metà stagione, quindi ritengo doveroso un impegno fino in fondo nel 2013, per coltivare in modo completo il sogno iridato. Vorrei ricordare che nel mese di luglio dello scorso anno Sebastian Vettel è stato indietro di 45 punti in classifica, ma poi ha vinto il campionato. Inoltre, bisogna considerare il fatto che essendo le monoposto 2014 profondamente diverse da quelle attuali, queste ultime non possono fare da cavia nella giornata del venerdì, magari per sondare il turbo, quindi è logico lavorare in pieno sulla stagione in corso”.

Fernando Alonso stagione 2013
Fernando Alonso stagione 2013

Via | Autosport.com
Foto | Getty Images (tutti i diritti riservati)

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: