Lotus soddisfatta ma prudente dopo il successo nel GP d'Australia di F1

L’esito brillante del Gran Premio d’Australia di Formula 1 non illude troppo i vertici della Lotus, che preferiscono tenere i piedi per terra dopo il successo guadagnato da Kimi Raikkonen sulla pista di Melbourne. Il pilota finlandese si è reso protagonista di una gara meravigliosa all’Albert Park, degnamente assistito da una monoposto che conferma le sue doti, dopo le positive impressioni offerte nel corso dei test invernali.

Il quadro è incoraggiante, al punto che qualcuno si è spinto ad ipotizzare una Lotus in lizza per la gloria iridata. Ancora è presto per fare pronostici del genere, ma c’è chi li accredita, facendosi forte dell’evidenza sin qui maturata. Il team principal Eric Boullier preferisce evitare ogni volo pindarico e minimizza la possibilità di un successo mondiale, come si legge su The F1 Times: “Al momento non si possono fare valutazioni del genere. L’unica cosa su cui siamo concentrati è il nostro lavoro, perché vogliamo essere un top team. Un avvio di stagione come questo ci rende felici, spingendoci a batterci con tutte le nostre forze, ma è troppo presto per aggiungere altre valutazioni”.

Una cosa, però, mette tutti d’accordo. Se il team di Enstone confermerà il suo stato di forma in modo costante nell’arco della stagione, questo potrebbe essere un anno interessante per coltivare le ambizioni più alte, giocandosi le carte in entrambe le classifiche mondiali.

Boullier dice che l’impegno deve essere continuo, per costruire un quadro favorevole, con una monoposto sempre efficace nel calendario agonistico: “Se ci mettiamo in condizione di competere spesso per la vittoria, allora il momento della gloria iridata potrebbe avvicinarsi”. Nell’analisi, però, manca un riferimento temporale. Sarà quest’anno, il prossimo o un orizzonte ancora più ampio?

Foto | Getty Images (tutti i diritti riservati)

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: