Al Museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio gemellaggio fra Maranello e Termini Imerese

Alle 10 di domenica 24 marzo, a Termini Imerese (PA), si celebra la passione per l'auto. Presso il Museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio è previsto un incontro tra Lucia Bursi, sindaco di Maranello e presidente dell'associazione "Città dei motori", e Totò Burrafato, sindaco di Termini Imerese.

La struttura che farà da cornice all'incontro è come uno scrigno, pronto ad elargire emozioni ai cultori della mitica sfida automobilistica madonita. Al suo interno sono custoditi alcuni splendidi esemplari dell'arte a quattro ruote. Il complesso è in evoluzione, perché nuovi spazi e altre vetture si aggiungeranno a quelle già esposte nelle sale, in una tela arricchita da altri cimeli.

Quì si svolgerà il nucleo della cerimonia, che prevede la consegna delle targe "Città dei motori" da parte del sindaco di Maranello, da affiggere nel Museo e all'ingresso della città. Il sindaco di Termini Imerese consegnerà invece alla collega emiliana una riproduzione del trofeo automobilistico della Targa Florio 1906.

Il programma prevede inoltre un omaggio agli illustri ospiti, da parte del Presidente del Parco delle Madonie Angelo Pizzuto, sotto forma di targa ricordo dell'evento. Nel corso della cerimonia sarà conferito al mitico Nino Vaccarella un riconoscimento alla carriera sportiva. Sarà presente all'incontro il neo presidente del CONI Sicilia Giovanni Caramazza.

E' previsto l’arrivo di rappresentanti di numerosi club di auto storiche e di moto club, che metteranno in esposizione i loro veicoli. Insieme alle vetture già presenti nel Museo garantiranno agli appassionati un vero e proprio show.

"Quella di domenica – dice Burrafato – sarà una giornata davvero particolare, in cui si incontreranno due realtà importanti per l'immagine dell'Italia nel mondo. L'apertura del Museo dedicato alla Targa Florio continua il percorso avviato, affinché venga recuperata la tradizione storica della corsa più antica del pianeta, che può diventare anche motivo di sviluppo e di crescita per la nostra città e per tutta la Sicilia".

  • shares
  • Mail