Mercedes in forma in F1 ma Toto Wolff invita a restare con i piedi per terra

mercedes f1 team 2013

La Mercedes ha iniziato in modo positivo il Campionato del Mondo di Formula 1 2013, generando aspettative di un certo livello nei tifosi e negli addetti ai lavori. Toto Wolff sente però il bisogno di stemperare i facili entusiasmi ed invita gli uomini di Brackley a tenere i piedi saldamente ancorati al terreno, per evitare sconvenienti voli pindarici, che potrebbero distrarre dal lavoro e dal corretto sentiero operativo.

Il capo del motorsport della “stella” è però soddisfatto dei progressi compiuti dalla squadra rispetto alla scorsa stagione, quando il distacco dal vertice era più marcato. Ora la Red Bull sembra meno marziana e la Mercedes è giunta immediatamente alle spalle delle “lattine volanti” nella sfida di Sepang, con Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg, al terzo e quarto posto, mentre i posti migliori in classifica sono andati a Sebastian Vettel e Mark Webber.

mercedes f1 team 2013
mercedes f1 team 2013
mercedes f1 team 2013
mercedes f1 team 2013

Hamilton, confortato dalle sensazioni raccolte in Malesia, crede che il risultato della gara più recente del calendario agonistico sia lo specchio dei valori in pista. Secondo l’asso di Stevenage ci sono ottimi motivi per credere nel potenziale della monoposto della “stella”, che ha dimostrato una buona consistenza nel weekend messo in archivio.

Il pilota anglocaraibico pensa che la sua nuova squadra sia coinvolta a pieno titolo nella lotta al vertice, aprendo la strada a molte possibilità. Ecco come si esprime sulle pagine di Autosport: “Siamo il secondo miglior team del momento. Essere stati abbastanza vicini alla linea di testa ed aver messo in mostra una buona competitività nei confronti della Red Bull è qualcosa che regala grandi emozioni”.

Probabilmente Hamilton, quando lasciò la McLaren per la nuova avventura nel Circus, non si aspettava di trovarsi così in fretta nei piani alti della classifica. Comprensibile, quindi, la sua soddisfazione, resa ancora più alta dall’effetto sorpresa. L’ex campione del mondo crede che l’esito della gara malese poteva essere diverso se la squadra avesse imbarcato una maggiore quantità di carburante, evitando di imporre ai due piloti diversi giri in modalità di risparmio: “Purtroppo non avevo tanta benzina, quindi non ho potuto dare fondo alle mie energie. Questa consapevolezza, tuttavia, mi rende fiducioso per il futuro”.

Secondo Hamilton la vittoria non è un miraggio per la Mercedes: “Sicuramente è un risultato possibile. Penso che la sfida di Sepang abbia confermato la bontà della nostra monoposto. Ci stiamo muovendo nella giusta direzione, quindi non è da escludere la possibilità di incassare il successo in qualche corsa della stagione”.

Wolff, sempre sulle pagine di Autosport, esprime così il suo punto di vista: “Le nostre speranze sono indubbiamente sollevate dai risultati raccolti in questo scorcio di campionato. Abbiamo messo in mostra un rendimento incoraggiante. Il passo avanti compiuto è quello che mi aspettavo. La squadra si trova in una posizione interessante, fra i top team. Per vincere il titolo, però, bisogna mettere tutto insieme. Dobbiamo rimanere concentrati sul lavoro, guardando ai prossimi impegni agonistici. Le gare già disputate appartengono al passato”.

Foto | Getty Images (tutti i diritti riservati)

  • shares
  • Mail