GP di Cina 2013: le dichiarazioni di Alonso, Hamilton e Vettel

alonso_china_gp_2013

Fernando Alonso esprime ovviamente tutta la propria soddisfazione al termine del GP di Cina. “E’ stata una gara fantastica, di altissimo livello – ha commentato il pilota asturiano –. Non abbiamo avuto grandi inconvenienti, ed il degrado delle gomme non ci ha mai infastidito. Siamo ottimisti. Lo scorso GP ci ha obbligato a fornire una risposta immediata. Se mi hanno chiesto di non spingere molto? Il comportamento dei pneumatici ha obbligato a preoccuparci, ma alla fine eravamo molto tranquilli. Abbiamo ancora un po’ di potenziale. Ci auguriamo di sfruttarlo anche nella prossima gara”. Alonso ha poi commentato la classifica iridata, ritenendo che sia presto identificare un rivale: “E’ presto. Dobbiamo aspettare dopo l’estate”.

Di tutt’altro umore Felipe Massa, deluso per aver raccolto solo una sesta posizione. “La macchina è decisamente più competitiva, e per notarlo basta osservare la gara di Fernando. Io ho sofferto con le gomme, sennò nulla mi impedisce di pensare che avremmo terminato primo e secondo”, ha spiegato il pilota brasiliano. Lewis Hamilton, terzo, ha invece puntato il dito contro le difficoltà riscontate dalla sua Mercedes nel mantenere un passo adeguato. “Non capiamo il perché di questa situazione – ha commentato l’ex McLaren –. Oggi la macchina non era veloce a sufficienza. Dobbiamo concentrarci su alcuni frangenti, lavorando anche su nuovi particolari tecnici”.

Sebastian Vettel ha concluso il Gran Premio in quarta posizione, risultato comunque soddisfacente considerato il piazzamento in griglia (9°). Il pilota tedesco ed il suo team hanno elaborato una strategia differente, partendo con gomme medie e fermandosi ai box una volta in meno rispetto agli avversari. “La tattica era giusta – ha spiegato il tre volte iridato –. Peccato solo aver marcato Rosberg, fattore che ha portato ad un rapido deterioramento delle gomme. Dobbiamo comunque essere onesti: Fernando oggi era troppo veloce”.

  • shares
  • Mail