Galli: anche l'idraulica si accanisce nei suoi confronti

galli_18

La sfortuna si è accanita su Gigi Galli. Dopo le dissavventure patite nella prima tappa del Rally di Grecia, anche nella seconda giornata il pilota italiano ha dovuto fare i conti con uno sgradevole imprevisto: la perdita di pressione dell'impianto idraulico, che lo ha costretto a ritirarsi, per ripartire oggi ancora con la formula del Super Rally.

Già ieri Galli aveva ripreso le danze con quella regola, pagando 30 minuti di penalità sui rivali. Subito aveva preso un buon ritmo, che lo aveva portato a vincere la seconda e la terza speciale. Poi l'inconveniente, quando c'erano ancora tre prove da disputare.

Per il rallista di casa nostra l'ennesimo boccone amaro da digerire: “Abbiamo perso qualche cosa nella prima speciale perché siamo stati rallentati dalla polvere alzata da Rautenbach, ma la macchina andava bene, come gli pneumatici Pirelli, per cui nelle due PS successive abbiamo spinto e siamo riusciti a vincerle entrambe.

Dopo il parco assistenza di metà giornata, mentre ci stavamo dirigendo alla prima speciale del pomeriggio, ho cominciato a sentire delle vibrazioni sulla macchina. Abbiamo perso pressione nell’impianto idraulico e perso tutto il liquido: a questo punto non avevamo più il cambio e abbiamo deciso con il team che non valeva la pena di disputare le ultime prove. Non volevo danneggiare la macchina con la prossima gara il Rally Turchia tra solo due settimane”.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: