Ferrari: a Montreal saranno ristabiliti i valori in campo?

Monaco è stata una piccola disavventura nel cammino Ferrari?

Il pensiero che segue in questo post è omrai "vecchio" di qualche giorno, ma ora che Montreal sta arrivando, e che i piloti ed i team hanno fatto le loro dichiarazioni sul post GP di Monaco, quello che ha detto Giorgio Terruzzi dalle pagine web della Redazione Sportiva di Mediaset è quanto mai interessante.

Ed offre anche un valido spunto di discussione. In casa Ferrari c'è da preoccuparsi? O la Ferrari rimane la squadra da battere, la monoposto vincente ed il titolo è veramente così alla portate come ci era sembrato fino a prima di Montecarlo? Solo il proseguo della stagione può dare le risposte defintive, ma intanto voi dite la vostra nel nostro sondaggio!

Ma non prima di aver letto il pensiero di Terruzzi nel continua di questo post.


"E' andata male, maluccio, malissimo, dipende dai punti di vista. Il bilancio Ferrari a Montecarlo è amaro comunque. Propro perchè la Ferrari ha portato a Montecarlo, anche a Montecarlo, la macchina migliore vista in pista. Il che fa rabbia, per molti versi, ma rassicura assai.

Questa F2008 è uno spettacolo, patisce solo un poco piste come quella dei Grimaldi, potrà patire il Canada. Ma quando torneranno i circuiti veri, quelli che offrono opportunità decisive all'aereodinamica, nessuno potrà colmare, crediamo, il divario esistente, così come è accaduto nel principato.

Due dati spediti da Monaco possono contribuire a chiarire la situazione. La pole di Massa, intanto. Una pole realizzata da un pilota che non si trova a proprio agio su una pista del genere ma che ha potuto cacciare in pista il giro migliore in qualifica con tanta benzina a bordo da affrontare la gara con un solo pit stop nel menù. Beh, mica male, pensando alla macchina che Massa guidava.

La seconda notizia -per certi versi clamorosa- viene dai migliori giri in gara. Il più veloce domenica? Raikkonen. Quando? Al giro 74. Alla fine. Dopo l'incidente con Sutil, una botta che ha pregiudicato equilibri, che ha fatto saltar via un tot di appendici. La Ferrari di Raikkonen a fine gran premio non era certamente perfetta. Eppure....1'16"689 al giro 74 su 76.

Rabbia? Improvvisa concentrazione da battaglia quando al battaglia era ormai perduta? Forse. Ma il tempo resta ed è un tempo che la dice lunghissima sulla Ferrari di Montecarlo. Pole in prova, prima fila conquistata in qualifica, giro veloce in gara. Si può perdere un Mondiale con una macchina così? Francamente crediamo di no. Nonostante gli ulteriori sforzi che potranno compiere i piloti".

via | Sport Mediaset

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: