Fernando Alonso parla di Ferrari ed altro ancora su Twitter

Fernando Alonso ama i social network. Prima il suo impegno era focalizzato su Facebook, ora il ruolo principale, sul fronte della comunicazione diretta, è affidato a Twitter, dove il pilota spagnolo della Ferrari lancia qualche "cinguettio".

Su questo canale, dove l'asturiano opera da oltre un anno, si è svolto un incontro virtuale con gli appassionati, a base di domande e risposte. Ne riportiamo solo alcune, di una tela che ha permesso ai tifosi di conoscere meglio il loro idolo, sul piano umano e professionale.

Un utente gli ha chiesto cos'è la felicità per lui. Ecco la risposta (multipla, per via dei limiti di carattere di ogni singolo messaggio): "Avere la possibilità di poter stare in famiglia. Quello che mi rende felice è vedere i miei familiari in buona salute, assaporare ciò che faccio ogni giorno. Le corse possono essere motivo di soddisfazione perchè risultato di un lavoro ben fatto o di disappunto in caso contrario. Ma la felicità l'ho sempre trovata al di fuori del lavoro".

Il concetto è stato ribadito in un'altra risposta: "In una scala da 1 a 100, la famiglia occupa il 99% ed il lavoro solo l’1%. Ho sempre dato il massimo sul lavoro e cerco sempre di fare del mio meglio, ma la famiglia è sempre al primo posto, la mia priorità assoluta".

Interpellato sull'impegno settimanale nello sport, Alonso si è così espresso: "Durante i Gran Premi trascorro in macchina circa cinque ore, tra prove libere, qualifiche e gara. Quando sono a casa mi alleno in media dalle 15 alle 20 ore nell'arco dei sette giorni".

Qualcuno gli ha chiesto di comunicare le sensazioni vissute nel passaggio da un team che gli dava come macchina stradale una Mégane ad uno che gli mette sul piatto una Ferrari. Ecco la risposta di Fernando: "Beh, a dire il vero in passato non ho mai avuto nessuna macchina dalla Renault e neanche oggi dalla Ferrari! E’ vero invece che capita di avere una vettura in uso per un paio di settimane, solitamente modelli appena usciti per motivi promozionali. Fino ad oggi tutte le macchine che ho voluto avere nel mio garage le ho regolarmente pagate".

Interessante la domanda sulla vettura stradale che lo ha maggiormente impressionato fra quelle guidate. Questo il parere dello spagnolo: "La più impressionante è stata LaFerrari. E’ un'auto spettacolare; credo che passerà molto tempo prima di rivedere sul mercato una proposta di questo genere!". Il quadro è completato dalla risposta a un altro quesito: "Ho preso parte al programma di sviluppo della vettura e ho dato delle indicazioni che sono state utilizzate nella versione definitiva. Inoltre nel gruppo dei “designers” c’è uno dei miei migliori amici e questo mi ha dato la possibilità di seguire il progetto sin dal primo giorno".

Foto | Getty Images (tutti i diritti riservati)

  • shares
  • Mail